Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICARE REATTORI PER LAMPADE A


    Contents
  1. Carlo Bezzi S.r.l. - Alimentatori per lampade a scarica
  2. COMPONENTI PER L'ILLUMINAZIONE
  3. Reattori lampade ioduri metallici e scarica
  4. Alimentatori

Shortcode "Single Product Page Title". Please view Product after assigning Custom Template. Alimentatori Elettromeccanici per Lampade al Sodio Alta. Scopri ampia scelta e offerte convenienti per acquistare Reattori e Accenditori per Lampade a Scarica, Hqi, Ioduri Metallici e Vapori di Mercurio. Spedizione. In questa categoria sono disponibili reattori e accenditori per le più svariate lampade a scarica. Il reattore e l'accenditore sono indispensabili per l'accensione di. Scopri un'ampia gamma di reattori per lampade a scarica dei marchi più alti. Approfitta di: | Prezzi bassi | Spedizione rapida | Garanzia estesa |. Trasformatori Elettromeccanici per Lampade a Scarica. ACCAP2 – ACCENDITORE ad IMPULSI (2 FILI) (÷W MH – IODURI METALLICI).

Nome: re reattori per lampade a
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:32.21 MB

I Marchi registrati sono di proprietà dei rispettivi titolari. L'uso di questo sito web implica l'accettazione del Regolamento Condizioni generali d'uso e di vendita e dell'Informativa sulla Privacy. Stampato da www. Login Il tuo carrello Paga. Codice Articolo. Spedizioni stimate. Disponibile Avvisami quando torna disponibile. Potresti riceverlo.

Venduto e spedito da. Misura: Colore:.

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino! Disponibile dal:. Invece di. Ordinabile a multipli di: 1. Aggiungi al carrello. La transazione viene effettuata tramite reindirizzamento su server sicuri criptati SSL.

Ti basterà effettuare l'accesso con le tue credenziali PayPal per confermare il pagamento. Non saremo mai a conoscenza delle tue credenziali. Per maggiora sicurezza, per concludere la transazione con successo è necessario disporre il 3D SecureCode, un codice di sicurezza che rilascia la banca esclusivamente per gli acquisti on-line.

Carlo Bezzi S.r.l. - Alimentatori per lampade a scarica

I dati da Voi inseriti non verranno memorizzati e non avremo la possibilità di accedervi nemmeno in lettura. Elettronew di Web Market s. Il pagamento in contrassegno è possibile solo fino ad un importo massimo di ,00 euro, e il pagamento potrà essere effettuato solo in contanti.

Il corriere non è tenuto alla verifica del pacco. Importo minimo finanziabile euro Importo massimo finanziabile euro Il pagamento rateale puo' essere richiesto, scegliendo fra le diverse modalità di pagamento disponibili, al termine della procedura d'acquisto.

COMPONENTI PER L'ILLUMINAZIONE

Presa visione delle condizioni del finanziamento e dei relativi tassi di interesse, ti verranno quindi richiesti alcuni dati personali dati anagrafici, occupazione, costituzione del tuo nucleo familiare, reddito. La concessione del finanziamento e il perfezionamento dell'ordine sono subordinati alla preventiva approvazione da parte di Sella Personal Credit SpA.

La transazione avviene sempre in modalità protetta, sul sito di Sella, con crittografia a bit per garantire l'adeguato livello di riservatezza delle informazioni inviate.

I dati vengono forniti direttamente a Sella Personal Credit SpA e per nessun motivo saranno messi a disposizione del convenzionato. Richiesta di ulteriori informazioni per la lavorazione della pratica.

Mancata approvazione del finanziamento. In caso di approvazione provvisoria, verrai invitato a stampare il contratto online precompilato che dovrai rispedire firmato, allegando la documentazione richiesta: - una copia del documento d'identità; - una copia del codice fiscale; - una copia dell'ultima busta paga o dichiarazione dei redditi per richieste di prestito superiori a 1.

Fino a questo momento non sei impegnato a pagare nulla. Una volta ricevuta tutta la documentazione, Sella Personal Credit SpA rilascerà l'approvazione definitiva, inviandoti una e-mail di conferma, e ti verrà spedita la merce al recapito da te indicato.

L'intera procedura richiede giorni lavorativi. Per accelerare al massimo l'evasione dell'ordine è fondamentale che l'invio della documentazione e del contratto firmato avvenga da parte tua al più presto, preferibilmente utilizzando la posta prioritaria.

Reattori lampade ioduri metallici e scarica

Attenzione: La quantità richiesta supera la disponibilità in magazzino. Concludi l'ordine sul nostro sito. La luce di quella al mercurio la conosco e mi sta bene. Com'è la luce delle HPS? Conosco le sodio a bassa pressione, ma le HPS dovrebbero essere meno gialle. Le HPS in quel range di potenza sono roba da fattoni e sono ottimizzate per la crescita e fioritura di chissà quale pianta Hanno un CRI di Penso che a questo punto compro un reattore per la HPL.

Riguardo quelle a induzione Il mio consiglio è quello di tenere il reattore e lo starter il condensatore di rifasamento l'hai messo? Usando due fari da W, potresti usare due lampade agli alogenuri metallici, che esistono di tutte temperature di colore, ottima resa cromatica e quelle da K hanno una bellissima luce simile a quella di un'alogena e avresti un'illuminazione di Lux su una superficie di 60mq. Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.

Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.

Alimentatori

Buongiorno ad entrambi Grazie per le risposte, ma nel frattempo ho risolto Ho tenuto la lampada e ho comprato un reattore adatto. Sono molto soddisfatto sia della temperatura di colore, sia della quantità di luce.

Possono essere presenti elettrodi supplementari per l'innesco. Solitamente le lampade a bassa pressione sono a forma di tubo diritto o curvato a U, mentre le lampade ad alta pressione sono costituite da una piccola ampolla di quarzo adatto a resistere a temperature più elevate. L'emissione luminosa è monocromatica o limitata alle righe di emissione spettrale del gas contenuto, se questo è a bassa pressione.

Possono essere necessari diversi minuti perché la lampada inizi a produrre una luce accettabile e in molti casi questo è un limite. La tensione di rete non è sufficiente per innescare la scarica, per cui è necessario provvedere con opportuni circuiti a provocare una prima ionizzazione del gas. In altri tubi è presente un elettrodo di innesco posto a brevissima distanza da uno dei due elettrodi ordinari: questo elettrodo viene brevemente alimentato con la normale tensione di rete che, data la distanza ridotta, è ora sufficiente per innescare un piccolo arco; il riscaldamento e l'emissione di ioni e radiazioni provoca l'innesco del restante gas.

Un ulteriore metodo per accendere la lampada è quello di sottoporla a un campo elettromagnetico ad alta frequenza, da decine di kilohertz a molti megahertz.

Una volta innescata la scarica con uno dei metodi descritti, questa si propaga a valanga a tutto il gas, il quale si mantiene ionizzato indefinitamente. In condizioni di regime la tensione ai capi del tubo si mantiene a valori più bassi della tensione di rete e non è più necessario l'intervento dei circuiti accenditori. L'alimentatore tradizionale è composto da un induttore o reattore e un dispositivo di innesco starter. L'utilizzo di un induttore consente di implementare due importanti funzioni:.

La tensione di rete a volt non è sufficiente a innescare la scarica a freddo, per cui occorrono circuiti ausiliari che intervengano all'accensione. A questo scopo gli elettrodi dei tubi sono spesso costituiti da un filamento le cui estremità sono riportate su contatti elettrici esterni.

Un dispositivo, lo starter , alimenta i filamenti con la tensione di rete per un breve tempo, provocandone il riscaldamento e quindi favorendo l'innesco della scarica. I filamenti incandescenti infatti emettono elettroni avviando la ionizzazione del gas. Lo starter è sostanzialmente un interruttore, racchiuso in una piccola ampolla contenente gas rarefatto, in cui il contatto mobile è costituito da una lamina bimetallica che si deforma riscaldandosi.

La sequenza di accensione del tubo è la seguente:. Nel caso l'accensione non andasse a buon fine, l'accenditore ripete la procedura appena descritta. Un approccio alternativo consiste nel fornire al tubo una tensione elevata di migliaia di volt da un trasformatore. Si elimina la necessità di riscaldare i filamenti e si possono alimentare tubi molto lunghi.

Ogni alimentatore produce una corrente di scarica, che viene dispersa attraverso il conduttore di terra. Il funzionamento di tipo induttivo degli alimentatori elettromagnetici comporta un fattore di potenza basso, che raggiunge spesso valori tra 0,3 e 0,6. È necessario, quindi, installare un condensatore di rifasamento per riportare il fattore di potenza a 0,9. L'alimentatore elettronico autoscillante semplifica notevolmente la gestione delle lampade fluorescenti rispetto a un alimentatore elettromagnetico.

Grazie a una tensione di innesco interna l'impiego dello starter diviene superfluo, inoltre non è necessario alcun rifasamento , poiché il fattore di potenza è già superiore a 0, Gli apparecchi che montano un alimentatore elettronico consentono un funzionamento più economico, poiché necessitano di un assorbimento di potenza del sistema decisamente minore rispetto alle applicazioni tradizionali con alimentatori induttivi a parità di illuminazione.

Alcuni costruttori di alimentatori forniscono il numero massimo di alimentatori collegabili in funzione del tipo di interruttore di protezione utilizzato.

Molto diffuse sono anche le lampade dette fluorescenti compatte a risparmio energetico , costituite da un tubo fluorescente di piccolo diametro abbinato a un circuito elettronico di alimentazione. Il tutto è montato su uno zoccolo a vite simile a quello delle normali lampadine , al cui posto possono essere montate.

Questo alimentatore utilizza circuiti integrati compreso un oscillatore programmabile per il controllo della lampada. Il circuito risonante la trasforma in un'onda dall'andamento sinusoidale. Ecco come funziona, in breve, una lampada con circuito di controllo elettronico.

Leggi anche:SLPCT MAC SCARICA