Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICARE RICEVUTE INTRASTAT


    Gli utenti Fisconline possono visualizzare e stampare la comunicazione direttamente dal sito web. Gli utenti Entratel devono scaricare il file con le ricevute sul. Per conoscere se un determinato elenco intrastat predisposto ed inviato telematicamente sia stato acquisito al Visualizzare la ricevuta per gli elenchi Intrastat. Le ricevute, copiate dal sito web dei Servizi Telematici nella postazione dell' utente, sono predisposte in file che hanno nome identico al nome del file inviato . La ricevuta rappresenta l'attestazione di ricezione del file che il contribuente trasmette Per scaricare le ricevute è necessario eseguire le seguenti operazioni. presenti sul sito di assistenza online Entratel alla pagina Visualizzare ricevuta. è possibile inviare solamente gli elenchi Intrastat predisposti con il pacchetto.

    Nome: re ricevute intrastat
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:31.40 Megabytes

    SCARICARE RICEVUTE INTRASTAT

    Grazie per il confronto, Matteo. In caso contrario il contribuente minimo si troverebbe in regime di svantaggio rispetto ad un operatore normale.

    Essendo indetraibile, diventa un costo deducibile a tutti gli effetti per la determinazione del reddito. Grazie per la gentile risposta Alessandro 6 Novembre alle Rispondi Gentile Alessandro, Ricordo che questo articolo si riferisce specificamente al regime agevolato dei minimi, ma per quanto riguarda le prestazioni di servizi generiche il trattamento è ormai analogo al regime ordinario.

    In particolare nel suo caso dovrà essere utilizzato il Modello La responsabilità è della ditta preponente estera.

    Tiziano D'Angelo 9 Novembre alle Rispondi Buonasera egregio Dottore, mi pregio richiedere un ulteriore chiarimento in merito Fatturazione di Professionista Avvocato in regime ex minimo nei confronti di cittadino privato UE B2C.

    Tale soluzione si presenta idonea ad evitare fenomeni di doppia imposizione. Entro quale termine deve essere registrata una fattura di acquisto di servizi intracomunitari? Dalla formulazione letterale della richiamata norma deriva la conclusione per cui, nel caso ipotizzato, il contribuente dovrà rispettare la periodicità mensile per tutto il Se nel il limite di A regime, se il limite di In tale caso potrà ritornare a presentare trimestralmente gli elenchi, se non supererà la soglia di In tale circolare, infatti, si è precisato che, per i soggetti tenuti esclusivamente alla presentazione degli elenchi riepilogativi dei servizi, la periodicità è naturalmente trimestrale, fino a quando non superano la soglia di Se per un mese o un trimestre non è stata compiuta nessuna operazione non esiste alcun obbligo dichiarativo.

    Nel caso di fatture da un Paese non aderente alla moneta unica, per determinare il controvalore in valuta si deve prendere in considerazione il cambio alla data della fattura o alla data della registrazione? Per quanto riguarda le modalità con cui effettuare la rettifica si rinvia a quanto precisato nelle istruzioni ai modelli Intrastat.

    Le fatture di acconto per servizi vanno incluse nei modelli Intrastat al momento della registrazione? Quali sono gli obblighi degli operatori a partire dal relativamente a tali operazioni? Dal è divenuta obbligatoria la presentazione degli elenchi riepilogativi relativi ai servizi.

    Tanto premesso, le prestazioni di lavorazione di beni rese a committenti soggetti passivi stabiliti in altri Stati membri e le lavorazioni di beni ricevute da parte di soggetti passivi di altri Stati membri dovranno essere inserite ai fini fiscali nei predetti elenchi.

    Quanto precede vale a condizione che si tratti di una prestazione di lavorazione autonoma e non accessoria alla cessione o acquisto di un bene. Infatti, in caso di accessorietà art.

    Nel caso in cui sia stato presentato il modello riepilogativo dei servizi intracomunitari relativo al mese di gennaio indicando, per ogni prestazione di servizio ricevuta, il numero e la data della fattura del fornitore, è necessario procedere ad una rettifica?

    Per gli elenchi riepilogativi presentati prima del 18 marzo , data in cui è stata pubblicata la circolare n.

    Nuova versione software Modelli Intrastat

    Il regime speciale IVA riservato alle agenzie di viaggio di cui agli artt. Pertanto, la vendita di un pacchetto turistico, essendo un servizio che segue il principio del Paese del prestatore, non deve essere inserita negli elenchi Intrastat. Il servizio singolo, reso da un tour operator in nome e per conto del cliente, stabilito in altro Stato comunitario, costituisce attività di intermediazione e, nei confronti dei soggetti passivi di imposta, segue la regola generale di territorialità art.

    Quindi tale prestazione va inserita negli elenchi riepilogativi dei servizi. Si ricorda che le operazioni che intervengono con privati consumatori non vanno incluse negli elenchi Intrastat. Una società gestisce alberghi e paga compensi di agenzia ad agenti U. Si chiede se le provvigioni pagate ad agenti U. Tali operazioni devono essere rilevate negli elenchi riepilogativi tra le prestazioni ricevute. Deve essere, in tal caso, presentato il modello Intrastat?

    Le prenotazioni effettuate on line possono essere considerate prestazioni di servizi e- commerce? Infatti, il mezzo elettronico costituisce un mero strumento di raccolta delle prenotazioni e viene utilizzato come mezzo di comunicazione, equiparabile ad un telefono o ad un fax.

    INTRASTAT: trasmissione telematica anche attraverso i servizi delle Entrate

    Nel caso di specie sembra trattarsi di un servizio di intermediazione in nome e per conto, effettuato nei confronti di un soggetto passivo comunitario.

    Il titolare di una ditta individuale fa un viaggio di lavoro in Francia.

    Acquista il biglietto del treno via Internet e poi, giunto sul luogo, pranza al ristorante richiedendo fattura. Come si comporta in relazione agli elenchi riepilogativi dei servizi per le prestazioni ricevute trasporto e ristorante?

    Agenzia delle Dogane | Assistenza on-line | Home

    Nel caso tale trasporto venga effettuato da un sub-vettore italiano questo come emette la fattura al primo vettore nazionale con o senza addebito di IVA? Quali sono gli obblighi relativamente agli elenchi Intrastat? Tale operazione rientrerà negli elenchi Intrastat come servizio reso. La prestazione effettuata dal sub-vettore italiano al vettore italiano sarà invece territorialmente rilevante in Italia.

    Il sub-vettore emetterà una fattura con IVA e tale prestazione non sarà oggetto di riepilogo negli elenchi Intrastat. Ipotizzando che la prestazione di servizio sia effettuata tra soggetti passivi di due Paesi comunitari distinti, occorre verificare come la stessa venga addebitata al cliente finale.

    Diversamente, la prestazione di trasporto andrà indicata nei modelli riepilogativi relativi ai servizi. Viene venduta della merce ad un operatore residente in Svezia, ma la destinazione della stessa è presso un soggetto italiano perchè esegue una lavorazione per il cliente svedese.

    Come va inserita negli elenchi Instrastat questa operazione? Benché il quesito posto non sia del tutto chiaro, dallo stesso sembra evincersi che vengono poste in essere due distinte operazioni. Identificare il luogo in cui il fornitore conduce le sue vendite cioè il luogo in cui è stabilita la sua organizzazione, ti permetterà di capire se è obbligatorio applicare il Reverse Charge art.

    Amazon, fino al 30 aprile del , è stato un soggetto iva con sede al di fuori dal territorio dello Stato Italiano. Dal maggio il sistema contabile del Reverse Charge non è più applicabile alle fatture di acquisto online emesse da Amazon. Questi documenti contabili devono essere gestiti fiscalmente come una classica operazione nazionale.

    Hai deciso di creare il tuo negozio online e di aprire un account business su Amazon. Sai anche che questo marketplace ti permette di vendere in diverse parti del mondo. In tal caso come dovrai gestire la tua fatturazione? Il commercio elettronico indiretto è assimilato alle vendite di beni a distanza mentre il commercio elettronico diretto rientra nel novero delle prestazione di servizi.

    Copyright Immagine Fiscal-Focus. Dovrai annotare il totale delle operazioni giornaliere nel registro dei corrispettivi entro il primo giorno lavorativo successivo a quello di effettuazione ex art. Emettere fattura o ricevuta fiscale ti dà la possibilità di utilizzare la procedura di variazione art. La Ris. I beni devono essere spediti dal fornitore, o chi per suo conto, nel territorio di un altro Stato membro UE. Il Programma di affiliazione Amazon ti consente di pubblicizzare i prodotti del famoso marketplace e ricavarne un corrispettivo.

    Amazon è un venditore in e-commerce comunitario.

    In questo specifico caso, le vendite online sono imponibili in Italia solo se si superano certe soglie fissate per legge. Se non hai la partita iva il fisco non ti vieta di vendere online. Devi solo rispettare determinate condizioni. Non ti sto parlando del famoso limite dei 5 mila euro da non superare perché è una fake news.

    Non dovrai vendere online in modo abitudinario. Non dovrai essere organizzato per vendere online. Non devi essere un professionista. Il tuo non dovrà comparire come un vero e proprio lavoro da cui trai la tua fonte di reddito principale.