Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICA UNIMMAGINE DI RIPRISTINO PER SURFACE


    Contents
  1. Salvare e ripristinare la versione originale di un'immagine ritagliata
  2. Come creare un disco di ripristino Windows 10
  3. Salvare e ripristinare la versione originale di un'immagine ritagliata - PowerPoint
  4. Acronis Cyber Backup

Se riesci a usare il dispositivo Surface o disponi di un altro dispositivo con Windows 10, visita la pagina Scaricare un'immagine di ripristino per. Per informazioni su come creare un'unità di ripristino USB, vedi Creare un supporto di ripristino USB o Scaricare un'immagine di ripristino per. Tutti i Surface sono dotati delle informazioni necessarie per effettuare il ripristino di Windows, dando all'utente la possibilità di reinizializzare il. Con l'avvio della commercializzazione di Surface Pro 4 e Surface Book nel Scaricare un'immagine di ripristino per Surface · Ripristinare o. La Microsoft Surface 4 (SP4) Pro non viene fornito con supporto per reinstallare Windows. Per scaricare e creare un'immagine di ripristino di Microsoft.

Nome: unimmagine di ripristino per surface
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:39.69 Megabytes

SCARICA UNIMMAGINE DI RIPRISTINO PER SURFACE

Con l' avvio della commercializzazione di Surface Pro 4 e Surface Book nel mercato statunitense, Microsoft ha reso disponibili le immagini di ripristino dei due nuovi esponentii della linea Surface.

Si tratta di risorse utili da usare in presenza di gravi malfunzionamenti software che non permettono di accedere agli strumenti di ripristino di Surface. Per scaricarle è sufficiente collegarsi a questo indirizzo , registrare il modello in proprio possesso e, successivamente, scaricare l'immagine desiderata.

Sarà poi necessario creare l'unità di ripristino utilizzando un supporto di memoria USB e procedere, in concreto, alla reinstallazione della piattaforma software.

Surface Pro 4 arriverà nel nostro paese a partire dal 19 novembre prossimo. Gli utenti che si apprestano ad acquistarlo possono tenere presenti i link sotto riportati per qualsiasi evenienza. Gli utenti aziendali possono chiamare il supporto di Microsoft Surface per le aziende al fine di ottenere l'immagine di ripristino. Ho già un fisso potente e non ho un'action cam.

Verrà quindi selezionato automaticamente un punto di rispristino consigliato.

Non resta che premere sul pulsante Avanti e poi Fine. Il computer verrà riavviato e il sistema operativo tornerà al punto precedente che è stato selezionato, eliminando le applicazioni e i driver installati successivamente, ma senza toccare i file personali che rimarranno intatti. Se non è possibile trovare punti di ripristino, è probabile che non sia stata attivata la protezione di sistema. Selezionare Attiva protezione sistema , scegliere eventualmente lo spazio su disco da utilizzare per la protezione di sistema e premere Applica.

Windows crea automaticamente un punto di ripristino ogni qualvolta installiamo una nuova applicazione o nuovi driver.

Salvare e ripristinare la versione originale di un'immagine ritagliata

Per farlo, digitiamo Crea un punto di ripristino nel campo di ricerca presente nella barra delle applicazioni e selezioniamo la prima voce in alto. Dalla finestra Protezione sistema clicchiamo Crea , inseriamo una descrizione per il punto di ripristino e confermiamo con OK. Se il computer non funziona più correttamente e non abbiamo installato applicazioni o driver, possiamo reinizializzarlo. La prima consente di reinstallare il sistema operativo e mantenere i file personali. La seconda cancellerà tutto dal disco rigido ed è utile ad esempio quando si vuole vendere o regalare il PC a qualcuno.

Quando siamo pronti, clicchiamo Reimposta e mettiamoci comodi. Nel caso in cui si tratti di un PC di marca con preinstallato Windows 10 e altre app del produttore, oltre alle due opzioni di recupero appena citate potrebbe essere presente una terza opzione: Ripristina impostazioni di fabbrica.

Oltre a reinstallare Windows, questa reinstalla anche tutte le app precaricate dal produttore.

Tra queste ci potrebbero essere antivirus, software commerciali e altro ancora. Ecco come procedere. Attendiamo che vengano creati i file necessari. Quando richiesto, colleghiamo una pendrive da almeno 8 GB al PC. Una volta riconosciuta, selezioniamola e premiamo Avanti. Al termine clicchiamo Fine. Ora la nostra unità per il ripristino è pronta e possiamo metterla da parte per quando dovesse servirci.

Spostiamoci nella scheda Boot e impostiamo il boot da periferica esterna o USB. Salviamo e riavviamo. La finestra successiva ci permette di scegliere alcune opzioni. Nel nostro caso clicchiamo su Risoluzione dei problemi per passare alla finestra successiva e scegliere Opzioni avanzate.

Come creare un disco di ripristino Windows 10

Clicchiamo Ripristino del sistema per avviare la procedura guidata di ripristino a un punto precedente, in modo da rimuovere gli ultimi aggiornamenti e le applicazioni installate recentemente che potrebbero aver causato i problemi di avvio del PC. Al termine del download, facciamo doppio clic sul file MediaCreationTool. Per masterizzare il file ISO non è necessario installare alcun software di masterizzazione.

Clicchiamo sul file col tasto destro e selezioniamo Masterizza immagine disco. Non resta che selezionare il masterizzatore e cliccare Masterizza. Colleghiamo dunque la pendrive al PC e premiamo Avanti.

Verrà avviato il computer dal supporto USB, proprio come se dovessimo installare Windows per la prima volta. Alla finestra successiva clicchiamo Ripristina il computer presente in basso a sinistra.

Rimuove tutte le app preinstallare sul computer ma consente di mantenere i file personali. Una volta avviato, accettare il contratto di licenza e scegliere cosa si vuole mantenere. Selezionando Mantieni solo i file personali verranno salvati i propri file, altrimenti selezionare Niente per rimuovere tutto.

Clicchiamo quindi su Crea immagine di sistema dal pannello di sinistra. Possiamo specificare un disco rigido che naturalmente deve essere diverso da quello su cui è installato Windows. Oppure possiamo crearla su uno o più DVD o su un percorso di rete.

La soluzione più semplice e pratica è sicuramente la prima. Possiamo selezionare altre unità da includere nel backup, ma non quella in cui sarà salvato per ovvie ragioni.

Salvare e ripristinare la versione originale di un'immagine ritagliata - PowerPoint

Confermiamo le impostazioni e premiamo Avvia backup. Windows 10 ci permette anche di fare un backup selettivo dei file che abbiamo nel computer per poterli ripristinare nel caso in cui succeda qualcosa agli originali. Clicchiamo poi su Altre opzioni per accedere alle opzioni di backup. Da questa schermata scegliamo innanzitutto la frequenza con cui eseguire il backup e per quanto tempo conservarlo.

Acronis Cyber Backup

Possiamo poi scegliere le cartelle da includere e quelle da escludere. Troviamo la versione dei file che ci interessa scorrendo tra le varie cartelle e usiamo il tasto Ripristina per ripristinarli.

Tutti gli speciali. Annulla risposta La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato.

Vediamo allora tutti i modi possibili per fermare il loop del ripristino automatico e far tornare Windows 10 funzionante in modo normale sul computer. LEGGI ANCHE: Modi di riparare Windows 10 e creare disco di recupero Come accennato sopra, il ripristino o riparazione automatica di Windows 10 viene attivato , in sintesi, per quattro motivi : - Spegnimento improvviso che potrebbe aver corrotto qualche file o settore del disco. In generale il problema è sempre risolvibile, tranne nel caso in cui sia proprio il disco di avvio ad essersi rotto.

In questo caso rimando alla guida su cosa fare se il disco è rotto. Per fermare il loop della procedura di ripristino automatico occorre, prima di tutto, riavviare il dispositivo e continuare a premere il tasto F8 sulla tastiera fino a che non compare il gestore di avvio di Windows in cui è possibile scegliere di avviare Windows normalmente.

A questo punto, se Windows si avvia normalmente, andare sul Pannello di controllo , cercare la sezione del ripristino di configurazione di sistema e procedere con il caricamento di un punto di ripristino precedente.

Se non si è riusciti a riavviare Windows 10, quando appare la schermata blu con le opzioni avanzate di ripristino, si dovrebbe trovare il pulsante per fare il ripristino di configurazione di sistema oppure anche il ripristino da un'immagine di sistema se è disponibile un backup di Windows Nel caso in cui non si riuscisse ad arrivare a vedere la schermata di opzioni di risoluzione dei problemi, allora bisogna avviare il PC dal disco DVD o penna USB di installazione di Windows Se non dovesse riuscire, allora leggere la guida per cambiare ordine di boot su PC.

Da questa schermata è anche possibile accedere al prompt dei comandi , che ci permette di sistemare eventuali errori sul settore di avvio, l'MBR. Come già spiegato nella guida su come correggere errori di boot MBR in Windows.

Dal prompt DOS lanciare i seguenti comandi bootrec.