Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICA QUANNE NASCETTE NINNO


    Contents
  1. Skitarrate - Accordi Testi - Quanno nascette Ninno CANTI DI NATALE
  2. “Quanno nascette Ninno”: origine e testo del più famoso canto di Natale in napoletano
  3. Acquista i biglietti
  4. EVENTI RELATIVI ALL'O.F. 2017/2018

Download. "Quanno nascette Ninno". Nuova compagnia di Canto Popolare. Canti natalizi napoletani Quanno nascett. File audio MP3 MB. Download. Quanno Nascette Ninno. Download MP3 (optional): Download · Back. Quanno nascette Ninno (Alfonso Maria de' Liguori) How to download See also Neapolitan bagpipe carol (Quando nascette ninno). Quanno nascette Ninno è un canto natalizio in napoletano, scritto da sant'Alfonso Maria de' .. Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. Sant'Alfonso Maria De' Liguori: "Quando nascette Ninno". Versione questo file: Quanno nascette Ninno Formato, Bitrate, Scarica, Stato, Tempo di codifica.

Nome: quanne nascette ninno
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:43.36 Megabytes

Quanno nascette Ninno è un canto natalizio in napoletano , scritto da sant'Alfonso Maria de' Liguori. Da questo canto deriva Tu scendi dalle stelle.

Dopo la prima edizione, "Quanno nascette Ninno" ha subito varie riedizioni e modifiche, una delle quali ad opera di Marco Frisina. È stato, inoltre, interpretato da vari cantanti italiani di musica leggera , popolare e cori , fra cui Mina , Edoardo Bennato , Pina Cipriani e Piccolo Coro dell'Antoniano. Da questo canto proviene un altro canto natalizio, Tu scendi dalle stelle. Il brano inizia con una anacrusi. Il testo originale del canto non è giunto sino a noi per intero, e diverse sono le versioni oggi cantate.

Novità e grandi classici. Idee, incontri, eventi. Dal libri e musica. Per tutti. Dall'incontro con l'autore alla musica live.

Scopri l'appuntamento più vicino a te! Borraccina è il nome che si dà al muschio di bosco. Si fa nei posti umidi e va tolto come un tappetino e messo in un cesto di vimini. Quell'odore ristoratore mi è rimasto nel sangue.

Skitarrate - Accordi Testi - Quanno nascette Ninno CANTI DI NATALE

Dopo aver letto il libro Quando nascette Ninno di Giovanni Volteggiani ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. Vuoi mangiare in libreria? Vieni da Red!

Conosci Carta Più e MultiPiù? Possiedi già una Carta? Proietti, C. Gasdia, G. Ranieri, A. Pagamenti A tua disposizione una completa scelta di metodi di pagamento.

Scopri di più. Quartetto Quintetto Altre formazioni. Quartetto di Sassofoni Quintetto Altre formazioni. Trascrizioni classiche Solo e Banda.

“Quanno nascette Ninno”: origine e testo del più famoso canto di Natale in napoletano

Junior Band. In questo modo il programma risulta musicalmente molto vario e, dunque, secondo i nostri intenti, ben ascoltabile anche da un pubblico che abitualmente non frequenta concerti di musica sacra. Caricamento in corso A piedi. Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti Questa funzionalità richiede un browser con la tecnologia JavaScript attivata.

Commenti Caricamento in corso: attendere qualche istante Ma intanto io la canto, immaginatevi di essere con i pastori vicino al Bimbo bello anche voi.

Ma 'nfrattanto io la canto, 'mmaggenateve de stà. Ma intanto io la canto, immaginatevi di essere. Immaginatevi di essere. Viene suonno da lu cielo, viene adduorme a sto Nennillo, pe' pietà ch'è piccerillo, viene suonno e nun tardà. Vieni sonno dal cielo, vieni ad addormentare questo Bambino, per pietà che è piccolino, vieni sonno e non tardare.

Gioia bella di questo cuore, vorrei diventare sonno, per farti dolcemente questi occhi belli addormentare. Ment'è chesto puó' fà nonna, pe' te st'arma è arza e bona. T'amo t'a'. Uh, 'sta canzona già t'ha fatto addobbecà. T'amo Dio, bello mio, t'amo Gioja, t'amo, t'a'.

Ti amo, ti amo. Uh, questa canzone già ti ha fatto addormentare. Ti amo Dio, bello mio, ti amo Gioia, ti amo, ti amo. Cantanno po' e sonanno, cantanno po' e sonanno, li Pasture, tornajeno a le mantre n'ata vota.

Ma che vuó' che cchiù arrecietto non trovajeno 'int'a lo pietto. A 'o caro Bene, facevano ogne poco 'o va' e biene. Cantando poi e suonando, cantando poi e suonando, i Pastori, tornarono alle mandrie un'altra volta.

Ma cosa vuoi che più riposo non trovarono nel petto. Al caro Bene facevano spesso va e vieni. Non trovajeno 'int'a lo pietto. Non trovarono nel petto. Lo 'nfierno solamente, lo 'nfierno solamente e 'e peccature 'ncocciuse comm'a isso e ostinate se mettettero appaura, pecché a 'o scuro vonno stà li spurtagliune, fujenno da lu sole, li briccune.

L'inferno soltanto, l'inferno soltanto e i peccatori incalliti come lui e ostinati ebbero paura, perchè nell'oscurità vogliono stare i pipistrelli, fuggendo dal sole, i bricconi.

Acquista i biglietti

Se mettettero appaura, pecché a 'o scuro vonno stà. Pecché a 'o scuro vonno stà. Ebbero paura, perchè nell'oscurità vogliono stare. Perchè nell'oscurità vogliono stare.

EVENTI RELATIVI ALL'O.F. 2017/2018

Io pure sóngo niro io pure sóngo niro peccatore, ma non boglio èsse' cuoccio e ostinato. Io non boglio cchiù peccare, voglio amare, voglio stà co' Ninno bello comme nce sta lo voje e ll'aseniello. Anche io sono nero, anche io sono nero peccatore, ma non voglio essere rigido e ostinato. Io non voglio più peccare, voglio amare, voglio stare col Bambino bello come ci stanno il bue e l'asinello. Io non boglio cchiù peccare, voglio amare, voglio stà. Voglio amare, voglio stà. Io non voglio più peccare, voglio amare, voglio stare.

Voglio amare, voglio stare.

Nennillo mio Tu si', Nennillo mio Tu si' sole d'ammore. Faje luce e scarfe pure 'o peccatore. Quanno è tutto niro e brutto comm'a pece, tanno cchiù lo tiene mente e 'o faje addeventà bello e sbrennente. Bambino mio tu sei, bambino mio tu sei sole d'amore.

Fai luce e riscaldi anche i peccatori. Quando è tutto nero e brutto come la pece, allora più lo guardi e lo fai diventare bello e splendente. Quanno è tutto niro e brutto comm'a pece, tanno cchiù. Comm'a pece, tanno cchiù.