Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

MIDI MUSICA CLASSICA DA SCARICARE


    File midi di tutti i brani composti da Ludwig van Beethoven, capisaldo della musica Sito che offre la possibilità di scaricare diversi file midi di musica classica. I file midi non contengono musica digitalizzata nel senso classico del termine, contengono piuttosto "informazioni" sulle note da suonare: altezza, timbro, durata . Uno degli aspetti particolari del Romanticismo musicale fu quello del virtuosismo, cioè della stupefacente tecnica esecutiva dei Files midi X download. la mia raccolta di tantissimi midi, divisi nelle varie categorie, tutti da scaricare. Questo permette di ascoltare la nostra musica preferita e le canzoni cantate. File midi delle più belle canzoni di musica classica da scaricare gratis. Usali come suoneria per il tuo cellulare.

    Nome: midi musica classica da re
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:17.87 Megabytes

    MIDI MUSICA CLASSICA DA SCARICARE

    Beh, spero davvero che tu ti diverta. Come dici? Te lo auguri anche tu ma per riuscirci non hai nessuna intenzione di spendere del denaro e non vuoi perdere tempo con le infinite code dei programmi P2P?

    Nessun problema, scaricare basi musicali a costo zero è possibile, eccome ed io posso spiegarti come fare. Probabilmente non ne eri già a conoscenza ma devi sapere che in rete risultano disponibili numerosi siti Internet dai quali è possibile scaricare basi musicali senza sborsare neppure un euro. Si tratta di portali che offrono le tracce in formato.

    Tali file possono quindi entrare a far parte di progetti musicali , usati come musica di sottofondo oppure essere archiviati come musica senza copyright da essere utilizzata alla bisogna. Offre dozzine di loop musicali che puoi scaricare come file MIDI e utilizzare per progetti sia commerciali che personali. Questo sito non richiede l'attribuzione per l'utilizzo del file MIDI nei nostri progetti. Oltre ai brani gratuiti ci sono anche quelli a pagamento da acquistare con il classico carrello. I file MIDI possono essere usati senza l'attribuzione al suo autore.

    Accanto a ciascun file ci sono i pulsanti per il suo download. È disponibile anche il formato MP3 come Demo per ascolto del brano. I file gratuiti di ogni categoria vengono mostrati all'inizio dell'elenco. Si clicca quindi su Free Offre molti file MIDI da scaricare gratuitamente ma la maggior parte di questi possono essere usati solo per scopi personali e non commerciali.

    Si clicca su una data categoria per scaricare il file MIDI relativo già nel formato. Nessun commento : Posta un commento Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. A conclusione di ciascuna descrizione verrà riportata la data dell'ultima visita; si ricorda infatti che si stanno trattando risorse remote di cui non si ha il controllo, e che potrebbero essere modificate, cambiate nelle loro caratteristiche fondamentali, sino a sparire del tutto senza che ci sia la possibilità di recuperale.

    La pagina di apertura sfondo marrone chiaro e scritte nere , è costituita da due frame: il frame di sinistra contiene la mappa del sito, quello di destra, più ampio e più visibile, contiene solo il nome: Classica InRete.

    Se è vero che la grafica, da sola, non è un elemento sufficiente per determinare la qualità di un sito, è altrettanto vero che l'uso di colori piacevoli che concorrano anche a sottolinearne il contenuto, contribuisce a renderlo friendly.

    Particolarmente fastidiosa è la presenza di banner pubblicitari. L'home page non contiene alcuna presentazione della natura del sito, nè tanto meno, è facile capire chi sia il responsabile intellettuale. Sotto a questo si trova un altro link, che finalmente consente di definire l'argomento e di individuare il responsabile delle pagine web che si stanno consultando, il compositore Nicola Campogrande, con tanto di collegamento alla home page del suo sito personale.

    Classica InRete, merita comunque di essere conosciuto per i seguenti motivi: Offre esclusivamente partiture di compositori contemporanei, nati dopo il , per ogni tipo di organico e in edizione originale. In realtà, il catalogo degli artisti non è molto fornito, riducendosi a 5 nomi per un totale di poco più di 30 composizioni. Non viene offerto nessun collegamento ai siti da cui questi software potrebbero essere scaricati.

    Midi gratis musica classica »

    In ogni brano, a fondo pagina, si trova l'indicazione di copyright e i recapiti dell'autore. Le informazioni su metodo e fonti utilizzate sono collocate in coda all'indice alfabetico. Si informa che le partiture sono messe a disposizione dai compositori stessi o dai rispettivi editori gratuitamente, pertanto possono essere scaricate, stampate ed utilizzate senz'altro vincolo che il rispetto delle norme del diritto d'autore in caso di esecuzioni pubbliche.

    Un parte del testo è tradotta in inglese. Viene riportato il recapito del responsabile del sito, a cui inviare materiale.

    E' uno dei pochi siti, tra quelli scelti sulla base dei criteri esposti nell'introduzione esclusione dei siti monotematici e gratuità delle informazioni ad essere incluso in un repertorio nazionale on line quale Cilea sezione musica. Classica InRete offre un collegamento al contesto territoriale, in questo caso alla regione Piemonte essendo Campogrande di origine piemontese, attraverso il quale si segnalano Accademie Musicali e concorsi con link alle home page relative.

    Altro punto di forza del sito è costituito dall'offerta di risorse informative utili non solo all'utente, ma anche allo staff.

    L'archivio di articoli musicologici e l'accesso diretto al Cidim, devono essere letti in quest'ottica. L'archivio contiene articoli interessanti, ma tutti firmati Campogrande. Decisamente più varie, invece, sono le informazioni che si possono ricavare grazie all'accesso al Cidim, Comitato Nazionale Italiano Musica, istituzione che si propone di contribuire allo sviluppo della cultura musicale a livello nazionale ed internazionale attraverso varie attività: progettazione e realizzazione di banche dati relative ai diversi settori del mondo della musica e dello spettacolo; ricerca e documentazione su temi legislativi, musicologici, storici, finalizzate all'analisi e allo studio delle attività musicali italiane; istituzione di centri di ricerca e di documentazione in materia musicale; promozione e diffusione della musica contemporanea.

    Di particolare interesse la costituzione all'interno del Cidim dell'Amic, Archivi della musica contemporanea. L'Amic, che nasce essenzialmente come rete di collegamento e coordinamento organico tra alcuni dei principali organismi scientifici e archivistici italiani del settore Direzione Audioteche e Videoteche Rai, Fondazione G. Cini di Venezia, le Università Ca' Foscari di Venezia, Civica Scuola di Musica di Milano, l'Ismez , si sviluppa attraverso un programma che prevede l'aggregazione di tutte quelle attività scientifiche, documentarie, archivistiche che abbiano per oggetto la musica contemporanea italiana.

    La banca dati dell'Amic è una risorsa importante , non tanto per la possibilità di scaricare partiture, servizio che non è ancora offerto, ma per la possibilità di conoscere ed avere informazioni complete, compreso il recapito, sui compositori contemporanei. Il sito infine, offre una serie di link commentati ad altre risorse Internet, dedicate allo stesso argomento. Ecco che Classica InRete, diventa un importantissimo contenitore di risorse nell'ambito della musica classica contemporanea.

    E' offerto collegamento diretto ai siti da cui è possibile scaricare i software necessari per la lettura di ogni tipo di formato. Già dalla home page, GMD fornisce informazioni chiare sulla tipologia dei documenti offerti e sull'organizzazione del sito.

    E' infatti il bisogno dell'utente l'elemento che legittima l'esistenza stessa del sito.

    Un servizio efficace è un servizio che riesce a comunicare in modo efficace. E il livello di soddisfazione sarà tanto più elevato quanto più si sapranno definire tutti gli elementi del marketing mix: prodotto, prezzo inteso in termini di velocità di trasmissione dei dati , comunicazione, vendita intesa come capacità di offrire il prodotto presentandolo come adeguato a soddisfare i bisogni dell'utente.

    GMD sembra soddisfare tutti questi parametri: non solo viene immediatamente comunicato il prodotto del sito "contiene spartiti, partiture e parti pronte da stampare per lo più come files Postscript" con il quale si soddisfa il "bisogno essenziale" dell'utente, ma lo arricchisce di valore aggiunto, indicando per ogni compositore data di nascita e di morte, e fornendo precise informazioni su ogni brano.

    Come scaricare basi musicali

    In un ambito concorrenziale come quello della rete, la sola offerta del "vantaggio essenziale" non è più sufficiente. Bisogna pensare al "prodotto atteso", ovvero a quei vantaggi aggiuntivi che fanno preferire una modalità di soddisfazione rispetto alle altre modalità possibili.

    Uno di questi vantaggi è costituito dall'indice dei files; per ogni compositore è offerta una pagina con accesso diretto ai files presenti, nella quale vengono indicati: formato, data dell'ultimo aggiornamento, dimensioni. In un contesto, quale quello di Internet caratterizzato dalla velocità della comunicazione, un servizio di questo tipo, rende GMD competitivo.

    Il servizio di ricerca offre due cataloghi alfabetici per autore distinti sulla base del soggetto: musica strumentale, musica vocale. Per ogni compositore è fornito il recapito dell'editor, responsabile delle modifiche effettuate sulla partitura, e dell'autore stesso nel caso di contemporanei.

    Midi Classica Gratis

    Le indicazioni necessarie al recupero dell'informazione sono date subito nella home page, nella doppia forma di link alla directory delle composizioni e degli autori, e di accesso alle partiture scaricate più di recente o più frequentemente. La nota informativa sul formato dei documenti e sul metodo utilizzato per il recupero e la loro trasmissione, è posta immediatamente in testa alla home page. Anche il gestore di questo sito dichiara di utilizzare vecchie edizioni delle quali è stata fatta una copia attraverso lo scanner o trascrivendo la partitura con l'ausilio di software che ne consentono la codifica alfanumerica.

    Punto di forza del sito è il servizio di ricerca. Allo stesso tempo attraverso il campo "only available" è possibile conoscere tutti i documenti disponibili, presentati in ordine alfabetico per autore, completi di numero d'opera, qualità dell'edizione, formato. Mentre gli altri siti offrivano un servizio di ricerca dell'informazione le cui modalità ricalcavano quelle di un catalogo alfabetico cartaceo una volta individuato il compositore era necessario visionare ad una ad una tutte le composizioni presenti per trovare quella desiderata , Das Klassik-Archive offre un servizio paragonabile a quello di un OPAC, non certo per quella forma on-line condivisa con i cataloghi delle pagine web sino ad ora analizzate, ma per la moltiplicazione degli accessi offerti.

    Non solo è possibile cercare per titolo, ma anche per forma, o individuare senza errore una composizione digitandone il numero d'opera nell'apposito campo. Interessante è la possibilità di porre dei filtri al risultato della ricerca. Una seconda maschera consente infatti di stabilire se la risposta debba riportare: anno di composizione, tipo di formato, mp3, pdf.

    Tutti i servizi offerti sono pensati per soddisfare ogni richiesta dell'utente, a qualsiasi livello. Gli autori vengono presentati in ordine alfabetico in due elenchi distinti sulla base della presenza o meno sul sito del rispettivo catalogo. Solo per Bach, Beethoven, Brahms, Chopin e Mozart è dispoinibile l'elenco di tutte le composizioni con specificazione di quali sono presenti in Das Klassik; per tutti gli altri compositori, è semplicemente indicato il numero di brani disponibili.

    Il termine "available" non deve essere interpretato come sinonimo di presenza diretta sul sito. Infatti Das Klassik-Archive appoggiandosi ad un motore di ricerca esterno, permette di raggiungere altri siti contenenti quei documenti elencati, ma non ancora presenti, sulle sue pagine web. Alcune partiture sono prese da altri siti, dei quali si ritrova la URL in testa alla partitura stessa.

    La pagina html risulta particolarmente ricca.

    Vengono utilizzati metatag appropriati che consentono di ridurre il "rumore" che normalmente si crea nella risposta, quando si utilizzano i motori di ricerca. Il colore non contribuisce a sottolineare i links utili al recupero dell'informazione, che invece devono essere individuati dall'utente scorrendo il testo con il mouse.

    La consultazione del sito, è comunque piacevole e agevole anche grazie all'assenza di banner pubblicitari. Sebbene sia abbastanza fornito, non tutti i documenti sono offerti in edizione originale; si trovano molte trascrizioni e arrangiamenti. Music scores risulta immediatamente friendly, per la ricchezza cromatica, per la quantità di traduzioni in altre lingue, per la chiara organizzazione della home page, in cui gli argomenti trattati sono contrassegnati dal logo del sito, risultando in questo modo immediatamente visibili all'utente.