Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

FIRMAOK SCARICA


    Contents
  1. Firma digitale – Nuovo firmaOk!
  2. Download software e driver
  3. FirmaOK, firma digitale su Poste.it
  4. Il software di firma | Servizi informatici di ateneo

FIRMAOK! Scarica gratuitamente il nuovo applicativo per la firma digitale firmaOK!, con il quale puoi utilizzare tutte le smart card distribuite da Postecom. Scarica il nuovo software di firmaOK! nell'area Download. Il download è gratuito. Se hai già installato sul tuo pc il precedente applicativo di firmaOK!gold, fornito. Se le prime 4 cifre del numero seriale della tua smart card Postecert sono OT64K e utilizzi un applicativo diverso da firmaOK!, ti suggeriamo di scaricare l'ultima. Cookie Control. Cookie Control. Questo sito web utilizza cookie tecnici per migliorare l'esperienza degli utenti e cookie di terze parti. Cliccando in qualsiasi link. Software Firmacerta per Windows. Il software FirmaCerta consente di apporre e verificare una o più firme digitali e marcature temporali su qualunque tipo di file.

Nome: firmaok
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:64.58 MB

FIRMAOK SCARICA

Manuale d uso ver. Introduzione Scopo del documento firmaok! Appendice A Interfacciamento Postekey Firefox di sistema ver. Introduzione 1. Scopo del documento Il presente manuale d uso descrive le principali funzionalità dell applicazione di firma digitale firmaok! In particolare il documento si propone di supportare l utente nello svolgimento delle seguenti operazioni: apposizione di firme digitali in formato. Distribuzioni disponibili e requisiti software L applicazione firmaok!

A seconda della versione di interesse, di seguito sono riportate le diverse modalità di installazione ed avvio dell applicazione Requisiti di sistema Prima di utilizzare firmaok! Inoltre per una corretta visualizzazione si suggerisce di impostare una risoluzione dello schermo pari almeno a x firmaok! Non richiede alcuna installazione da parte dell utente.

Questo sito utilizza cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. Continuando a navigare questo sito, accetti tale utilizzo. Scopri di più. Passa a contenuti principali.

Sebbene abbia trovato una soluzione non è praticissima. Mi sapete dire come risolvere in modo definitiva? Questo thread è bloccato. Puoi seguire la domanda o votare il thread come utile, ma non puoi rispondere al thread.

Fase 5 Attendere che il documento selezionato venga firmato. Fase 6 Al termine dell operazione di firma, il documento firmato verrà salvato in locale sul PC, all indirizzo indicato nella schermata di esito della firma. Cliccando sull indirizzo del documento firmato si avvierà l operazione di Verifica della firma.

Per chiudere la schermata, cliccare sul bottone Termina. Conclusione operazione di firma 3. Selezione Firma multipla o Firma semplice Se si desidera apporre al documento firmato una nuova firma, parallela o controfirma, selezionare il bottone Firma multipla. Figura 9. Selezione firma Parallela o Controfirma dal pannello di verifica Di seguito sono elencate le differenze, sia dal punto di vista dei formati che dal punto di vista formale, delle due tipologie di firma multipla sopra indicate: Firma parallela: la firma viene aggiunta allo stesso livello di tutte le firme già presenti sul documento.

Questa firma è apposta sullo stesso contenuto delle firme precedenti e viene di norma utilizzata per aggiungere firme ad un documento già firmato in quei processi documentali che ne prevedono l utilizzo. Questo aspetto è messo in evidenza attraverso una rappresentazione indentata ad albero delle firme.

Firma semplice o matrioska Selezionando l operazione Firma semplice il documento verrà nuovamente firmato; il risultato di questa operazione sarà un documento con tante estensioni. Dettaglio delle opzioni di firma PDF Più in dettaglio, nel caso in cui si sia selezionata la Firma grafica modalità avanzata verrà mostrata la seguente schermata Figura 11 per la selezione e il posizionamento della grafica.

Firma grafica PDF Dalla schermata è possibile pertanto: a. Firma grafica PDF - zoom Se si è scelta l opzione Firma grafica con opzioni di default è possibile modificare la configurazione impostata come standard, spuntando la casella Modifica opzioni. Si aprirà la schermata che segue Figura 13 : ver. La procedura di firma riprende dalla Fase 4 del paragrafo 4. Si ricorda che nel caso di firma PDF è possibile effettuare la verifica sia attraverso il bottone Verifica del menù principale come mostrato nel seguito , sia utilizzando l applicazione Acrobat Reader di Adobe.

Al termine dell operazione di firma, per chiudere la finestra cliccare sul bottone Termina. Apposizione di marche temporali Per apporre una marca temporale su un documento, firmato o meno, occorre cliccare sul bottone Marca temporale presente nel menù principale dell applicazione.

Nota: firmaok! In questo caso, si aprirà una finestra Figura 14 attraverso la quale è possibile configurare un servizio di marcatura temporale, se si desidera utilizzare un servizio diverso da quello presentato come già selezionato. Figura TSD: formato che racchiude il documento originale e la marca temporale.

Marca temporale da bottone Marca temporale del menù principale firmaok! Marca Temporale formati supportati Si fa presente che l operazione di marcatura temporale necessita della connessione a Internet in quanto il firmaok! Il software è rilasciato con la configurazione di default necessaria per permettere l iterazione con il server di Timestamp di poste italiane.

Nel caso la configurazione dovesse essere cambiata è possibile farlo cliccando sul bottone Configura accedendo al pannello in Figura 17 Figura 17 Configurazione servizio di marcatura temporale remoto ver. Cliccare quindi su OK per proseguire.

Fase 5 Al termine dell operazione di marcatura temporale, firmaok! Cliccare su OK per chiudere il messaggio; per chiudere la finestra Timestamp cliccare sul bottone Chiudi.

Fase 2 firmaok! Pannello di Verifica ver. Nella parte alta della finestra viene mostrata la lista di tutte le firme ed eventuali marche temporali apposte sul documento Figura Vengono elencati tutti i certificati dei firmatari del documento.

E possibile visualizzare i dettagli di un certificato mediante un doppio click su uno di essi. Elenco firme apposte sul documento verificato. In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: La firma è integra.

Aderenza alle Regole Tecniche previste dalla Normativa vigente: viene mostrato l esito del controllo relativo all aderenza e al rispetto della Normativa Vigente. Attendibilità: viene mostrato l esito del controllo effettuato sul Certificatore che ha emesso il certificato del firmatario. In caso di esito positivo, ossia nel caso in cui il Certificatore emittente sia presente nella lista dei Certificatori Accreditati presso l AgID Agenzia per l Italia Digitale , viene mostrato il messaggio: Il certificato è attendibile.

Validità legale: viene mostrato l esito del controllo effettuato sull attributo del certificato Key Usage che ne definisce l utilizzo. Per la normativa italiana, il certificato di firma digitale deve avere il Key Usage valorizzato con il solo valore Non Repudiation. In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: Il certificato ha validità legale.

In caso di esito positivo viene mostrato il messaggio: Il certificato non risulta revocato.

Dettagli sulla verifica In Figura 21 è mostrato il caso di verifica di un documento a cui è stata apportata una marca temporale riportando nella sezione dettagli Timestamp i relativi dettagli : data e ora della marca temporale della marca temporale l algoritmo di impronta utilizzato informazione circa il sistema di TSA utilizzato l attendibilità del certificato utilizzato durante il processo ver. Apri contenuto: per visualizzare il contenuto del documento firmato o marcato temporalmente.

Salva contenuto: per salvare il documento originale oggetto della verifica. Nel caso in cui si stia verificando una marca temporale apposta al documento, questa funzione è disponibile solo se il formato della marca temporale è. Salva report di verifica: consente il salvataggio di un report di verifica nel quale vengono riportati i dettagli della verifica.

Verifica alla data: per selezionare una specifica data in cui effettuare la verifica della firma apposta al documento. Cliccando sul bottone Verifica alla data si apre la seguente finestra: Figura Verifica alla data ver.

Gestione chip disponibile solo su versione portable - PosteKey 6. Tutto il software necessario alle operazioni di firma digitale è infatti ospitato sulla memoria interna del dispositivo, che viene rilevato in maniera automatica dal sistema operativo della postazione utente.

Questa modalità di funzionamento, che è quella di default del token PosteKey, è denominata modalità HID dato che il dispositivo utilizza i driver di sistema Human interface device, che consentono l interazione con il pc in maniera semplice e pressoché immediata, senza richiedere alcuna installazione utilizza in altre parole lo stesso sistema di connessione di mouse e tastiere.

Questa è la modalità da selezionare ad esempio qualora si intenda effettuare l accesso con il certificato di autenticazione ai portali della Pubblica Amministrazione. Nota 1 : per utilizzare il token in modalità CCID come un normale lettore con le applicazioni di terze parti, è necessario dopo la conversione di cui sopra procedere alla configurazione del modulo PKCS 11 all interno dell applicazione che si intende utilizzare.

Il modulo PKCS 11 è ospitato a bordo della memoria del token. Prendendo come esempio l utilizzo del browser Mozilla Firefox per effettuare l autenticazione su un portale della PA, occorre seguire la procedura indicata in Appendice A. Per installarlo seguire la presente procedura: - Ubuntu: Prima di eseguire il comando, controllare di avere i diritti di amministratore apt-get install pcscd Dopo l'installazione è sufficiente riavviare.

Per controllare se il servizio è stato installato correttamente basta lanciare il comando ps -A grep pcscd Nota 3 : L operazione di conversione non è persistente in quanto la rimozione della chiavetta USB riporta il dispositivo in modalità di default : HID. E necessario effettuare nuovamente l operazione ogni qualvolta si presenti la necessità di operare in modalità CCID Card Manager Selezionando nel menu il bottone Card Manager, si apre una schermata dalla quale è possibile gestire la smart card Figura Card Manager In particolare grazie all applicazione Card Manager di Bit4ID è possibile gestire i dispositivi crittografici smart card e token USB , attraverso le operazioni elencate di seguito: ver.

Card Manager Gestione Oggetti Informazioni: apre una finestra in cui vengono indicate informazioni sulla versione dell applicazione Card Manager e sulla versione delle librerie PKCS 11 utilizzate; Figura Card Manager Informazioni ver. Utilities Cliccando sul bottone Utilities del menù principale di firmaok!

Menu Utilities 7. Cifratura di uno o più documenti firmaok! A partire dal menù principale, cliccando sul bottone Utilities si apre il menù secondario con il bottone di Cifra. Se si desidera cifrare dei documenti per se stessi, occorre controllare di aver inserito la smart card nel lettore, o collegato il token USB al PC prima di avviare l operazione.

Fase 2 A valle dell inserimento della smart card nel lettore o del collegamento al PC del token USB, l applicazione legge i certificati presenti sul dispositivo e li carica nella sezione Contatti. Se si desidera cifrare un documento per un destinatario, è possibile caricarne il certificato nei seguenti modi: Dal tab File : cliccare sul bottone Importa da file e selezionare il certificato.

Cifratura di documenti E' possibile aggiungere o rimuovere i contatti per cui si intende cifrare il documento utilizzando i bottoni posti al centro delle due sezioni: ver.

La rubrica Contatti In firmaok! E possibile importare contatti all interno della rubrica sia caricandoli da file residenti sul pc sezione File , che ricercandoli sul Registro pubblico dei certificati sezione Elenco in linea gestito dal Certificatore. Di seguito sono dettagliate le due modalità a disposizione: File: per inserire nella rubrica dei Contatti un destinatario il cui certificato è disponibile su file, dalla sezione File occorre cliccare su Importa da file e scegliere il certificato.

Una volta che il file del certificato è stato correttamente caricato, cliccando con il tasto destro del mouse su di esso, e scegliendo Aggiungi ai contatti La rubrica Contatti Elenco in linea: è possibile importare il certificato di un contatto cercandolo sul Registro pubblico dei certificati gestito dal Certificatore, impostando i parametri di ricerca presenti nella sezione e cliccando sul bottone Cerca.

Uso ArubaSign. Nonostante abbiamo installato driver e software di firma correttamente, durante l'apposizione della firma digitale mi viene restituito l'errore: "Nessun driver caricato". Se viene visualizzato il seguente errore, potrebbe essere necessario reinstallare il driver di Firma. Se l'errore persiste, consigliamo di avviare il software ArubaSign come Amministratore.

Utilizzo ArubaKey. Se l'errore persiste, verificare le impostazioni del proprio antivirus. Questo problema è stato infatti riscontato anche con alcune versioni dell'antivirus BitDefender. Consigliamo di fare un primo test disabilitandolo temporaneamente. Se l'operazione di firma va a buon fine, potete far riferimento al fornitore del Vs.

Se non fosse possibile, nessuna delle seguenti operazioni, consigliamo l'uso di "Firefox Portable", integrato nella ArubaKey.

Firma digitale – Nuovo firmaOk!

Nota: Per i sistemi MacOS successivi al , i certificati di autenticazione possono funzionare solo da "Firefox Portable". Nella fase di firma digitale vengono effettuati puntualmente aggiornamenti automatici che non si concludono, e restituiscono il seguente errore: "E' necessario terminare i seguenti processi per continuare: Questo tipo di errore potrebbe indicare un guasto hardware.

Si prega di contattare il fornitore del dispositivo. Nella fase di firma digitale vengono effettuati puntualmente aggiornamenti automatici che restituiscono l'errore in grassetto: "La lista scaricata non contiene una firma valida".

Non c'è da preorruparsi. Il messaggio visualizzato non implica un problema nel certificato di firma digitale, ma solo un errore di aggiornamento dei certificati europei ridistribuiti. Questo falso errore, sarà rimosso con aggiornamenti successivi ad ArubaKey 1.

Si, se la PEC è con Aruba. La massima sicurezza è garantita con entrambi i dispositivi sono discretamente custoditi dal titolare. Il più importante problema che viene risolto da OTP è che, al contrario della password statica, esso non è vulnerabile agli attacchi.

Consigliamo sempre l'utilizzo della smart card con Token automatico , poichè la connessione ad internet. In questo caso vi verrà fornito un PIN che dovrete custodire discretamente.

Download software e driver

E' necessario essere in possesso della username e password che normalmente si utilizza per apporre la firma digitale in remoto. ArubaSign per token e lettori da tavolo utilizza la tecnologia Java, pertanto è necessario che sul computer sia installato "JRE" ambiente Java.

Successivamente al'installazione, riavviare il sistema operativo, ripetendo l'installazione di ArubaSign. In questo caso è possibile che l'aggiornamento automatico di ArubaKey dalla versione 1. Si tratta di un problema segnalato da alcuni utenti. Tutti e tre i Kit sono compatibili con DiKe di Infocert.

Suggeriamo di utilizzare la versione DiKe 5 o successive. Per ovviare il problema provare a reinserire correttamente la Smart Card all'interno di Aruba Key e collegare nuovamente la chiavetta a una presa USB. Se il problema persiste verificare se su " Pannello di Controllo ", da programmi installati nel computer è presente o meno l'applicativo " AK Switcher Service " oppure " Add-on per la Firma Digitale con Adobe Acrobat " e in caso siano presenti, disinstallarli quindi collegare nuovamente Aruba Key a una presa USB.

Se il problema persiste eseguire un Ripristino di Aruba Key come indicato, le operazioni da seguire sono le seguenti:. Nel caso in cui si possiede l'Antivirus Avast, è probabile che quest'ultimo segnali inavvertitamente come pericoloso il file di esecuzione automatica di ArubaKey. In tal caso, si consiglia di seguire questa guida onde evitare problemi:. Il 17 ottobre è stato pubblicato l'ultimo aggiornamento della versione di Windows: "Microsoft Windows 8.

Windows 8. Tuttavia, se si hanno difficoltà nell'aggiornale l'ArubaKey, è possibile utilizzare la chiavetta installando ArubaSign. Questa procedura consente di effettuare lo switching da periferica HID a CCID lettore tradizionale , lo rende quindi utilizzabile da ArubaSign per lettori tradizionali. Controllare di aver installato il driver Oberthur o InCard correttamente, in base alla tipologia di card in Vs possesso.

Per ulteriori informazioni, fate riferimento alle indicazioni di installazione token. E' quindi necessario disporre di smart card o token, avente oltre la funzionalità di Firma Digitale anche il certificato CNS o di autenticazione semplice CNS-like , ed utilizzare quel certificato con apposito PIN per effettuare le operazioni desiderate. Solo dopo averlo caricato in Internet Explorer, potete esportarlo ed importarlo in altri browser quali Firefox e Chrome.

Potete in alternativa utilizzare il Firefox caricando all'interno della chiavetta che possiede già il certificato predisposto al suo interno. Nell'Ordinamento Italiano e nell'e-government, le smart card sono identificate come dispositivo sicuro di firma, quindi come strumento efficiente di identificazione e di memorizzazione di informazioni personali.

La "firma elettronica senza smart card" certificato digitale on-line è la forma più "debole" di firma elettronica ed è costituita da caratteristiche di autenticazione informatica inferiori rispetto alla Firma Elettronica Qualificata detta anche Firma Digitale. Quest'ultima possiede infatti una serie di requisiti di robustezza e univoca identificazione del firmatario, grazie ad un dispositivo sicuro di firma la smart card appunto.

Il procedimento di firma digitale avviene infatti, non solo con l'adozione del codice PIN ma anche grazie all'inserimento della carta o del lettore integrato, nel proprio computer, rendendone sempre più complicata la manomissione ed eliminando il rischio che le informazioni personali vengano intercettate da possibili "pirati informatici", poiché esse non attraversano alcun canale di comunicazione come normalmente potrebbe avvenire per i certificati on-line.

Diversa è invece la Firma digitale remota , la quale è dotata di un sistema OTP generatore temporaneo di password che funge da dispositivo sicuro di firma. Questo schema vi aiuterà a comprendere i limiti di valori legali delle due tipologie di firme:. Non c'è da preoccuparsi. In questo caso Acrobat Reader non è stato in grado di effettuare la verifica della validità della firma digitale perchè non sono stati correttamente importati in Adobe Reader i certificati delle Certification Authority accreditate presso il DigitPa.

Scaricando il seguente file www. La risoluzione al "problema" è comune a tutti i certificatori. Ulteriori informazioni e dettagli sono pubblicati al link www. Quindi normalmente non sono necessarie operazioni. Per ottenere le funzionalità equivalenti a quelle svolte dall'add-on per l'aggiornamento dell'Elenco Pubblico dei Certificatori Accreditati, è necessario effettuare le seguenti operazioni di configurazione di Adobe Acrobat Professional o Reader:.

FirmaOK, firma digitale su Poste.it

Nel riquadro "Impostazioni di protezione" selezionare il checkbox "Caricare le impostazioni di protezione da un server". Nel caso in cui, verificando una firma digitale il certificatore risultasse sconosciuto, si suggerisce di effettuare l'aggiornamento manualmente come descritto al punto 6. Al fine di generare firme pdf nel formato oggi in uso , si consiglia caldamente di effettuare la seguente impostazione:. La verifica OCSP è un controllo che viene fatto per verificare lo "status" del certificato.

Le firme effettuate con il nostro software ArubaSign possono essere interpretate da qualsiasi altro software compatibilità OCSP. La verifica dello stato del certificato avviene lato server, e gli esiti che vengono inviati al client possono essere:. L'operazione è possibile sia da Windows che da Mac. Occorre innanzitutto installare Adobe Reader DC. Si aprirà il menu ID digitali.

Si aprirà la finestra individua un modulo PKCS Ora dovrete inserire nel modulo il percorso per caricare il file di li libreria con estensione.

Cercate dunque di individuare il file libbit4hipki. Potrebbe essere stato usato impropriamente un certificato non conforme es. Adobe Reader non effettua una verifica sulle Proprietà del certificato, ma solo sulla validità. Per verificare realmente una firma su PDF è indispensabile cliccare sullo spazio ove si evince la grafica della firma, cliccare poi su "Proprietà firma Se è infatti presente la dicitura " Autenticazione client " oppure dipende dalla versione " client authentication 1.

Le Gare Telematiche, sono procedure di scelta del contraente basate su sistemi di negoziazione telematica e finalizzate all'aggiudicazione di forniture di beni e servizi di specifico interesse di alcune P. La firma digitale è diventata nel corso degli anni, uno strumento indispensabile alla partecipazione a questi bandi Es. Accreditamento So. Innanzitutto, la Firma Enveloped è la Controfirma. Quindi i casi si riducono a due: Firma e Controfirma. Da un punto di vista legale, forse non sembrano esserci differenze.

Da un punto di vista semantico firmare sullo stesso livello è come se i firmatari stanno apponendo la firma manuale alla fine di un documento attestando quanto scritto per esempio marito e moglie per la cessione di un bene. Invece, la controfirma cioè la firma su un altro livello vuol dire che il secondo firmatario conferma la scelta del primo firmatario riconoscendo anche la validità della firma esempio tipico è la firma di un notaio.

Prima di lasciare il pulsante del mouse, appariranno due nuove icone, Firma Multipla e Firma Enveloped. Invece, se occorre Controfirmare occorre basta cliccare sul pulsante successivo. Da puntualizzare che sono stati rilevati casi particolari in cui il software Aruba Key non è riuscito a verificare le firme dei livelli successivi al primo.

Gli standard utilizzati metto a disposizione entrambe le modalità di firma. Poichè sul piano elettronico un documento firmato è in realtà assimilabile a una busta come si è detto parlando del PKCS 7 che contiene al suo interno sia il documento, sia la firma, se si vogliono fare firme congiunte è sufficiente ri-firmare il file già firmato.

In questo caso occorre apporre una semplice Firma Digitale sul file. Una "busta" più contenere infatti più firme. Se invece occorre apporre una "firma sulla firma", come ad esempio per i contratti sarà necessario utilizzare la funzionalità di "controfirma" o firma Enveloped presente nel software ArubaSign. La firma verrà apposta ad un livello sottostante a quella già inserita.

Il software di Firma digitale che forniamo gestisce anche le Marcature Temporali. L'apposizione di una Marca Temporale a un documento firmato digitalmente, quindi, ne garantisce la validità nel tempo. E' un servizio che permette di associare data e ora certe e legalmente valide ad un documento informatico, consentendo quindi di associare una validazione temporale opponibile a terzi cfr. Per utilizzare il servizio occorre essere collegati ad internet. La marca temporale su un file, ha una validità di 10 anni.

Il software di firma | Servizi informatici di ateneo

Prima della scadenza è possibile applicare un'altra marca temporale per prolungare la scadenza per altri 10 anni da quel momento, fino ad una durata massima di 20 anni dalla creazione del file. E' possibile firmando i file digitalmente operazione che garantisce l'autore e apponendo la marca temporale operazione che garantisce certa la data della firma , contemporaneamente.

Se si intende certificare l'autore di una serie di brani musicali es. Questo permette di avere una maggiore gestione dei contenuti firmati es. Questa operazione ha validità 10 anni.

Si, è certamente possibile firmare digitalmente un file su cui è stata già apposta la marca temporale. Tuttavia, il risultato di questo processo, non certifica la data e l'ora di quando è stata emessa la firma, ma certifica il solo contenuto del documento ed eventuali firme apposte precedentemente al momento dell'apposizione della marca.

Nella schermata successiva, sarà possibile configurare la marca temporale cliccando sul tasto Configura, ed inserendo le credenziali associate al momento della sottoscrizione. Se non si vedrà una pagina web raffigurante i dati della propria azienda vedi immagine nell'allegato , vorrà dire che si è nel nuovo portale Telemaco.