Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

CALDAIA A CONDENSAZIONE DOVE SCARICARE


    Tutte le caldaie a condensazione devono essere collegate ad uno scarico della condensa residua di combustione, in accordo con la norma. Dove installare una caldaia a condensazione La caldaia a condensazione necessita di condotti di scarico: il vapore acqueo durante la. Ecco la risposta di un esperto, sulla caldaia a condensazione, per il i prodotti della combustione? dove scaricare l'acqua di condensa?. Una caldaia a condensazione oltre CO2 espelle H2O. Dove va a finire questa acqua (vapore acqueo) se lo scarico è quello "antico". Uno dei problemi più spinosi nell'installazione di una caldaia a condensazione è senza dubbio l'installazione dell'apposita tubazione di scarico delle condense.

    Nome: caldaia a condensazione dove re
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:12.52 Megabytes

    CALDAIA A CONDENSAZIONE DOVE SCARICARE

    Lo smaltimento della condensa prodotta da generatori termici costituisce un problema non trascurabile per la salvaguardia dell'ambiente; la soluzione piu' comune per lo smaltimento della condensa, che ha un profilo acido, è il convogliamento della stessa condensa negli scarichi delle acque usate degli edifici, queste ultime generalmente, a causa della presenza di saponi e detergenti hanno un profilo di sostanze basiche che mediamente riescono a neutralizzare l'acidita' delle condense.

    L'aspetto più delicato e significativo delle caratteristiche degli scarichi delle condense è, dunque, costituito dal valore di pH, che in generale misura l'acidità di un sostanza; le norme, in ogni caso, vietano la possibilità di miscelazione della condensa con l'acqua potabile per la riduzione dell'acidità. L'evoluzione delle norme vigenti in materia ha intrapreso una strada complicata con indicazioni non semplici da attuare: su scala europea e nazionale esistono dei valori limite di caratteristiche fisiche e chimiche della condensa che potrebbero essere restrittivi per impianti particolarmente grandi come le centrali termiche condominiali, ed i piani di smaltimento delle condense dovrebbero essere regolati dalle regioni e nella maggior parte dei casi sono tralasciati.

    È bene sottolineare che per gli impianti di medie e piccole potenze, generalmente inferiori a 35 kW , mediamente, non sono presenti negli scarichi di condense contenuti elevati di sostanze particolarmente velenose, infatti in linea di massima ne è consentito lo scarico nei sistemi di raccolta delle acque fognarie e superficiali.

    È bene osservare che tale possibilità, seppure prevista dalle norme, resta comunque basata su un approccio pressoché empirico , essendo la quantità di condensa prodotta proporzionale alla potenzialità dei generatori e all'utilizzazione degli stessi; ma tali fattori non sono correlati in maniera semplice alla produzione di acque basiche contenenti saponi e detergenti.

    In particolare, il limite superiore di potenza, a partire da quale le norme invitano a valutare significativamente la possibilità di utilizzazione di un passivatore, è di kW ; l'ambiguità, nella gestione degli impianti, sorge poiché anche in tal caso non è comunque esclusa la possibilità di neutralizzazione con gli scarichi saponati e con detergenti di uso quotidiano.

    Anche in ambito europeo , se non si considerano impianti di potenze particolarmente elevate, maggiori di kW, non sono indicate in maniera univoca le direttive da seguire, essendo le procedure di calcolo indicate spesso affette da incertezza , come la correlazione esistente tra la potenza dell'impianto e la produzione di acque basiche; inoltre in ambito europeo l'incertezza si amplifica anche nei confronti del limite inferiore di potenza, al di sotto del quale non è obbligatorio l'utilizzo di un neutralizzatore, limite che si riduce a 25 kW contro i 35 kW vigenti i Italia.

    Il neutralizzatore, o passivatore per la neutralizzazione della condensa è, generalmente, un filtro a carbone attivo , comunque di tipo basico e spesso in Italia di origine dolomitica realizzato cioè a base di carbonato di calcio, in grado di trattenere gli ioni responsabili dell'acidità della condensa.

    Vai alla HomePage. Seleziona la sezione in cui ricercare.

    Caldaia a condensazione: dove scaricare i fumi?

    Caldaie: distanze minime da balconi e finestre dello scarico fumi

    Rispondi Invia un quesito. Inviato 20 Febbraio, Inviato 21 Febbraio, Cambia idraulico Inviato 25 Febbraio, Si rivolga al altro artigiano o meglio ancora professionista che le indicherà la via migliore.

    Inviato 13 Marzo, Inviato 14 Marzo, Inviato 15 Marzo, Inoltre se posso agire cmq , prima di discuterne in assemblea per quanto riguarda i buchi. Inviato 17 Marzo, Inviato 18 Marzo, Inviato 22 Marzo, Inviato 23 Marzo, Inviato 24 Marzo, Inviato 30 Marzo, Cmq il mio amico avvocato mi ha rasserenato non sto facendo nulla controlegge. Inviato 24 Aprile, Rispondi a questa discussione, Registrati.

    Vai alla lista Discussioni Parti comuni, innovazioni e impianti. Discussioni simili. Caldaia a condensazione - fumi perenni.

    Ho letto che questo tipo di caldaia ha bisogno di essere collegata ad uno scarico per smaltire l'acqua che condensa. C'é inoltre un accessorio per unire i tubi della lavatrice e della caldaia in modo che entrambe scarichino nello stesso attacco a muro?

    Accertati solamente che il sifone lavatrice non sia in metallo:in tal caso puoi scaricare condensa di caldaia ma ne devi neutralizzare l'acidità tramite appositi dispositivi neutrlizzatori di condensa acida ,altrimenti con il tempo si corroderà in quanto la condensa caldaia ha un PH intorno a 4.

    Andrea una curiosità ammettiamo di fare uno scarico condensa nuovo che tipo di tubo in materiale plastico va usato? Da quello che vedo il tubo di scarico della lavatrice è collegato direttamente al muro, ma prima di entrare nel muro fa una curva a mo' di sifone. Il raccordo che fuoriesce dal muro è come quello in questa foto solo la parte terminale grigia :.

    Leggi anche:SCARICARE CMOSPWD

    Se il problema è che la condensa corrode i metalli, la gomma, al pari della plastica, non dovrebbe risentirne, no?! E grazie ancora per le risposte! Assicuratevi che lo scarico della lavatrice funzioni per davvero.

    Mi e' gia' capitato che, in una installazione simile, la pressione della pompa della lavatrice mi ha fatto tornare verso la caldaia gli scarichi della lavatrice stessa con conseguenti blocchi "estemporanei" della caldaia.

    Se non fosse stato per l'arzilla padrona di casa ultra novantenne che sosteneva che la caldaia andava in blocco solo con la lavatrice in funzione, probabilmente ancora ero li' a cercare di capire cosa stesse andando storto You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Distanze minime da balconi e finestre - Idrocostruzioni

    Paste as plain text instead. Only 75 emoji are allowed.

    Display as a link instead. Clear editor.

    CANNA FUMARIA: Norme, scarico a parete, tetto, costi prezzi 2019

    Upload or insert images from URL. Reply to this topic Start new topic.

    Recommended Posts. Report post.