Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICARE ARCHIVIO TARIFFE DOCFA


    Contents
  1. Docfa 4 00 4 manuale
  2. Archivi Software
  3. Archivi Software Collegio Geometri Forlì-Cesena
  4. Installazione della procedura DOCFA

Se vuoi utilizzare il Software Docfa sono fondamentali le Tariffe contenute negli Archivi Provinciali, nelle quali sono contenute le informazioni. Software per la compilazione dei documenti tecnici catastali - Docfa 4 creare sul proprio disco una directory in cui verrà scaricato il prodotto, ad esempio Archivi provinciali. Per il funzionamento del pacchetto è necessario scaricare l' archivio provinciale di riferimento che contiene le tariffe di estimo catastale, i prospetti. Vi basta scaricare le tre componenti principali della DOCFA e siete già operativi Questo file contiene le tariffe e i prospetti, ovvero le categorie con le rendite a il numero civico, l'interno, la scala, secondo L'Archivio nazionale dei numeri. Docfa il 28 ottobre sono stati pubblicati gli archivi del software Docfa è necessario scaricare l'archivio provinciale di riferimento che contiene: le tariffe di estimo catastale; i prospetti per il classamento. Non riesco a caricare l'archivio tariffario con il DOCFA 4 pur avendo scaricato il file dal sito dell'agenzia del territorio; mi compare il messaggio.

Nome: re archivio tariffe docfa
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:61.18 MB

Docfa 4. Il file Leggimi. Per il corretto funzionamento di tutti i componenti della procedura non si debbono usare nomi directory Path sia per l'installazione, che di appoggio dei documenti e delle immagini, che contengano il carattere spazio nel nome: es.

La procedura Docfa utilizza per la gestione delle immagini e dei vettoriali prodotti software della società Accusoft. Se si utilizzano documenti già compilati con la versione 3. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate saranno pubblicati anche tutti gli aggiornamenti relativi agli archivi usati dalla procedura Docfa ed ogni eventuale modifica al software, per cui si invitano gli utenti a consultare periodicamente il sito.

Per la compilazione di documenti in Docfa 4. Novità presenti nell'aggiornamento di Docfa 4. La nuova versione introduce due nuove tipologie di documento relative alla richiesta di ruralità.

Nel dettaglio, per i nuovi accatastamenti, il documento Docfa viene distinto in: 1.

Fabbricato mai dichiarato — art.

Docfa 4 00 4 manuale

Stralcio da categoria E — art. Novità presenti nell'aggiornamento di Docfa 3. Il Service Pack 2 contiene una nuova versione della procedura Image Gear Pro Gold e del Cad Plug-in che consente una corretta visualizzazione dei testi comunque orientati. Impostando opportunamente un parametro, contenuto nel file Splpri Veniamo al passo seguente. Per le unità immobiliari di categoria ordinaria è obbligatorio calcolare la superficie catastale con il "Metodo dei Poligoni" vedi capitolo Determinazione della superficie catastale ; una volta determinata questa superficie la procedura provvede, per ogni unità immobiliare ordinaria, ad aggiornare i modelli 1N seconda parte relativi.

Tali modelli devono essere comunque integrati con i dati necessari al classamento automatico. L'ultimo modello da compilare è L Elenco Subalterni. Questo modello sostituisce il vecchio elaborato grafico EP3 e deve essere compilato per ultimo in quanto nella descrizione di ogni singola unità immobiliare il programma inserisce la specifica destinazione d'uso che si è scelta nel modello 1N o nel modello 2N. Nel caso di variazioni in cui serve ripresentare documenti per disallineamenti della banca dati catastale, per il modello dei documenti pregressi non è necessario attenersi ad una sequenza rigida.

La sequenza di compilazione dei documenti è anche suggerita dall'ordine in cui sono posizionate le bitmap esplicative delle funzioni di compilazione nel menù principale: 20 21 Docfa 3.

Con la presente versione di Docfa i documenti sono prodotti, oltre che in formato compresso DC3 per la presentazione agli sportelli degli uffici del territorio, anche in formato PDF Portable Document Format. Questo formato consente al professionista di visualizzare il contenuto del documento su cui appone la firma digitale. I dati presenti in alcune finestre sono stati accorpati, molti campi appaiono in grigio e non sono editabili perchè vengono compilati automaticamente dalla procedura.

Le tipologie di documento sono passate da 4 a 2, in quanto le unità afferenti sono causali degli accatastamenti e delle variazioni.

Archivi Software

Nuovi Accatastamenti Nei nuovi accatastamenti è possibile non compilare i quadri relativi alla ditta, nel caso in cui questa esista già in banca dati cioè stessi nominativi, stessa natura di possesso e stesse quote , indicando come riferimento un identificativo del catasto fabbricati o del terreni. Le unità immobiliari di categoria "F" devono essere dichiarate tra le unità derivate come "Speciali o Particolari".

Variazioni Nelle variazioni, con la versione 3. Per la prima si accetta una unità immobiliare in variazione, per la quale non bisogna indicare dati di classamento ma solo la planimetria mancante; la seconda accetta una unità immobiliare in soppressione ed una in costituzione, non bisogna indicare dati di classamento e non bisogna associare la planimetria: le procedure di registrazione provvederanno ad associare la planimetria presente in atti dal vecchio al nuovo identificativo.

Sarà possibile indicare da sola la causale "diversa distribuzione di spazi interni" per permettere la presentazione di una nuova planimetria qualora le modifiche interne comportino una variazione del classamento già attribuito. Anche per le variazioni, le unità immobiliari di categoria "F" devono essere dichiarate tra le unità derivate come "Speciali o Particolari". Intestati Per quanto riguarda l'acquisizione dei soggetti, i titoli sono unificati a quelli in uso negli Uffici di Pubblicità Immobiliare vedi capitolo Intestati e viene effettuato un controllo sulla quadratura delle quote dei titoli indicati nella ditta.

Non è possibile indicare titoli che non rientrano tra quelli previsti e codificati. Si prega di usare questo campo il meno possibile e solo nei casi di effettivo bisogno. Per controllare le quote sui diritti reali presenti negli intestati del documento, la procedura effettua una quadratura sulla completezza delle quote di ogni singolo diritto e un controllo per verificare se è stata dichiarata la "piena proprietà".

Nel caso si riscontrino errori nella quadratura, per semplicità i diagnostici emessi dal controllo formale sono stati divisi in due sottogruppi: Errori relativi alle quote sulla proprietà e sul reddito, intendendo le quote di 22 23 diritti relativi alla sola proprietà es.

Nuda proprietà e quelli di quote di diritti relativi al reddito es. Unità Immobiliari Nelle unità immobiliari la modifica più rilevante è l'introduzione di stradari certificati per la corretta imputazione del dato toponomastico; a questo proposito si prega di usare, quando possibile, questo strumento. Gli stradari, come qualsiasi altro archivio usato dalla procedura Docfa, sono suscettibili di implementazioni e modifiche, per cui si consiglia di consultare periodicamente il sito dell'agenzia al fine di verificare se sono stati pubblicati archivi più recenti.

In relazione:SCARICARE MP3 RAF

La procedura Docfa 4. Per le nuove costruzioni è possibile recuperare una unità immobiliare erroneamente soppressa in banca dati catastale tramite il tipo operazione "R recuperata". Relazione Tecnica Il campo relativo alle osservazioni, con la versione 3. Dati del dichiarante Vengono acquisiti i dati del richiedente la variazione come "dichiarante" e non come "unico destinatario della notifica" in quanto la notifica del classamento definitivo verrà effettuata dall'ufficio del Territorio competente a tutti i soggetti proprietari con procedure apposite.

I dati di ogni tecnico inserito sono richiamabili durante la compilazione del modello D tramite un menù a tendina. In particolare per l'elaborato planimetrico non esiste più il modello EP1, il modello EP3 viene compilato da una funzione apposita della procedura ed è un allegato alla stampa di presentazione, mentre il modello EP ex EP2 è l'unica rappresentazione planimetrica rimasta dell'elaborato.

I modelli informatici relativi alle planimetrie ed al modello EP vengono creati in automatico all'interno della procedura. Il professionista deve associare solamente il disegno planimetrico, mentre la vestizione del modello viene fatta da Docfa. A prescindere dalla modalità con cui si è redatto il disegno planimetrico, questo deve essere inserito all'interno di un modello virtuale, di formato A3 o A4, che ha delle aree riservate ai dati alfanumerici Comune, indirizzo dell'unità immobiliare, dati del tecnico, ecc.

Il prodotto finale che si ottiene con la procedura Docfa è una immagine planimetrica TIFF con fattore di compressione standard CCITT Gruppo 4 formato standard usato dagli Uffici del Territorio per la memorizzazione delle immagini , composta dal disegno planimetrico associato dal professionista sia esso raster o vettoriale e dai dati ricavati dal Modello D. Se si è associato un disegno vettoriale, questo sarà comunque collegato all'immagine planimetrica, esportato come allegato del documento e memorizzato nel data base ottico degli Uffici del Territorio.

Se la rappresentazione planimetrica di una unità immobiliare necessita di più pagine, bisogna associare all unità stessa più immagini a pagina singola anche se si utilizzano formati ad es. TIFF che ammettono la multipagina. Al fine di migliorare la leggibilità della grafica si consiglia, qualora il software dello scanner lo consenta, di ottimizzare i parametri di scansione luminosità, contrasto, soglia ecc.

Cerchiamo di chiarire il concetto.

Il requisito fondamentale è mantenere intatte le proporzioni del disegno planimetrico rispetto alla scala di rappresentazione. Nella creazione di una planimetria catastale dobbiamo passare dalle coordinate contenute nell'archivio vettoriale ai pixel dell'immagine TIFF mantenendo le misure del disegno planimetrico della stampa finale, espresse in centimetri carta proporzionali alla scala di rappresentazione.

Il disegno vettoriale viene comunque inserito in un riquadro fisso dell'immagine TIFF che per il formato A4 è di cm.

Archivi Software Collegio Geometri Forlì-Cesena

DX 19,,5 1: 97,,5 1: etc. Scala Etc.

L orientamento della planimetria nei due formati non deve essere modificato, la planimetria quindi non deve essere ruotata. Si consiglia di utilizzare il formato DXF.

Si precisa che gli elaborati grafici debbono essere redatti nella scale , e ; sono comunque tollerati in scale diverse nei casi in cui la rappresentazione grafica lo richieda ai fini di una più chiara comprensibilità del disegno. Per migliorare la leggibilità delle planimetrie e degli elaborati planimetrici, i caratteri di testo devono essere opportunamente dimensionati, in stampatello, tratto medio-fine e colore nero. In riferimento alla scala di rappresentazione, il disegno deve essere: chiaro, essenziale e preciso, evitando tratti troppo ravvicinati es.

La qualità dell immagine della planimetria deve essere verificata dal tecnico professionista in fase di acquisizione onde evitare rifiuto della stessa da parte dell ufficio. Cad Suggerimenti Spesso molti professionisti estrapolano la planimetria catastale da progetti architettonici forniti dal costruttore o dal progettista, questo tipo di operazione deve essere fatta con le dovute cautele, di seguito riportiamo alcuni suggerimenti in merito: congelate o spegnete i layer che non interessano per il disegno catastale impianti quote etc.

Una volta associata la planimetria all'unità immobiliare, tramite questa funzione, si sovrappongono all'immagine planimetrica, divisi per tipologia di poligono Vani principali, Accessori diretti, ecc. Questa operazione si effettua cliccando sui vertici degli ambienti presenti sul disegno planimetrico Le coordinate dei vertici, la superficie di ogni poligono e l'indicazione di altezza valida, vengono memorizzati in un archivio collegato alla planimetria. La procedura crea un archivio di dettaglio per ogni scheda planimetrica presente per unità immobiliare; quindi se il disegno planimetrico è riportato in tre schede planimetriche su cui calcoleremo 30 31 le superfici catastali, Docfa creerà tre archivi NTF di "dettaglio dei poligoni".

Mantenendo l'esempio delle tre schede planimetriche, la somma delle superfici dei poligoni omogenei vani principali con vani principali, accessori diretti con accessori diretti, ecc.

In ambedue le alternative al "metodo dei poligoni" i dati contenuti all'interno dei file NTF acquisiti devono essere comunque confermati dall'utente entrando nella funzione "metodo dei poligoni" e validando i dati tramite il tasto OK. Le unità con file di "dettaglio dei poligoni" non validati riportano la dicitura "Va" da Validare a fianco dell'identificativo dell'unità immobiliare e se non validati comportano segnalazione di errore durante il controllo formale del documento.

Procedura Interrotta Per una operazione di Classamento Automatico effettuata nel corso di una operazione di accettazione e controllo di una Denuncia di Variazione presso l'Ufficio del Catasto Urbano non e' stato possibile reperire i dati di riferimento e controllo dalla base informativa del Catasto Urbano.

Verificare la presenza del collegamento con il sistema locale Catasto e ripetere l'operazione di accettazione. Con Cat.

Tariffa non trovata per Cat. Ci sono dei Campi vuoti Controlla la tabella E' stata richiesta per il Documento in oggetto una operazione di convalida del Classamento Proposto senza che i valori che lo individuano siano stati impostati per tutte le U.

Funzione Non Applicabile per la U. E' stata richiesta per il Documento in oggetto una operazione di convalida del Classamento Automatico senza che sia stato possibile determinarlo per la U. WorkFile Non Allocabile. Errore interno alla procedura.

Scrittura WorkFile Fallita. Lettura WorkFile Fallita. Fase 2 scaricare e installare il nuovo docfa che andrà a creare la nuova cartella nominata " docfa4" senza coprire il docfa precedente.

Installazione della procedura DOCFA

La procedura è simile alla. Software per la compilazione dei documenti tecnici catastali - Docfa 4" " Scarica il software" " Versione software 4. Ho aggiornato tutti gli archivi di servizio tariffe e prospetti, comuni, ecc. Per tutte le strade è possibile la ricerca per dizione ufficiale del comune, effettuata su tutte le parole della denominazione, ed è inoltre possibile acquisire nello stesso documento presentato come dichiarazione di fabbricato rurale unità immobiliari compatibili con tale richiesta e beni comuni non censibili.

Le differenze rispetto a Docfa 4.

Per quanto riguarda invece il costo, occorre fare ordine. A partire dal mese di ottobre si deve utilizzare, in modo tassativo, solo il nuovo software Docfa 4. Menu a tendina Per chi non utilizza spesso questo Plug- in, i vari strumenti dedicati possono essere richiamati direttamente dal menu a tendina DOCFA, in modo da non occupare ulteriore spazio nell' area grafica.