Skip to content

VCHERNIGOVE.INFO

VCHERNIGOVE - Sito per studenti a cui piace leggere libri e guardare film

SCARICA DI ISTAMINA


    Contents
  1. Intolleranza all’istamina: cause, sintomi e cure
  2. Intolleranza all’istamina: cause, sintomi e cure
  3. Orticaria cronica spontanea, le cause dei sintomi
  4. Istamina: cos’è, dove si trova, intolleranza

Non a caso, l'eccessiva liberazione di istamina da parte di queste cellule si sono legate, con conseguente rilascio di istamina ed altre sostanze coinvolte nella. Scarica l'articolo L'istamina è un “mediatore chimico” (sostanza che permette il passaggio di segnali tra le cellule) ampiamente diffusa nell'organismo umano. Un organismo sano è in grado di gestire l'istamina presente negli alimenti grazie all'opera dell'enzima diaminossidasi (Dao) che all'interno. L'istamina è una molecola che si trova nel nostro corpo, ma anche in diversi alimenti sia di origine vegetale che animale, si stabilisce all'interno delle cellule e . La formazione di istamina all'interno degli alimenti richiede delle condizioni particolari: la presenza di.

Nome: di istamina
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:42.80 MB

SCARICA DI ISTAMINA

I farmaci antistaminici nei cani sono usati prevalentemente nel trattamento continuativo delle allergie, come coadiuvante dei corticosteroidi e anche per controllare la secrezione di acido gastrico in presenza di un'ulcera. L'uso di antistaminici non è frequente nei cani, in quanto di solito si propende per ricorrere ad altri approcci medici e farmacologici.

Di seguito è riportata una breve rassegna dei tipi di antistaminici per cani e delle patologie in cui vengono somministrati. I recettori dell'istamina H1 sono responsabili della vasodilatazione, della permeabilità vascolare e della contrazione della muscolatura liscia bronchiale e intestinale.

Pertanto, gli antagonisti di H 1 sono utilizzati prevalentemente in caso di shock anafilattico in combinazione con antagonisti fisiologici e reazioni allergiche. Sono utilizzati anche in caso di prurito, orticaria, dermatite, eczema di varia origine e nelle punture di insetti, sempre in associazione ad altri farmaci.

Gli antistaminici antagonisti di H1 più comunemente usati nei cani sono clorfeniramina, difenidramina, dimenidrinato, prometazina e astemizolo. I recettori dell'istamina H 2 regolano la secrezione gastrica di HCl ed esercitano un certo effetto di stimolazione cardiaca. Gli antistaminici antagonisti di questo recettore sono utilizzati prevalentemente nel trattamento delle ulcere gastroduodenali e della gastrite, per il loro effetto antisecretorio.

Sebbene sia presente in tutti i tessuti, l'istamina viene prodotta, ed in massima parte immagazzinata all'istante, soprattutto a livello dei mastociti e dei granulociti basofili cellule primariamente coinvolte nella risposta allergica ed immunitaria.

Non a caso, l'eccessiva liberazione di istamina da parte di queste cellule ricopre un ruolo fisiopatologico di primo piano nelle reazioni infiammatorie mastocito-dipendenti e nelle malattie allergiche IgE-mediate, quali asma , orticaria , rinite e congiuntivite allergica. Non è nemmeno un caso che farmaci particolarmente utilizzati per prevenire queste manifestazioni allergiche siano chiamati antistaminici, in quanto capaci di contrastare l'azione dell'istamina a livello recettoriale.

Oltre che nei granuli dei basofili e dei mastociti, l'istamina si trova in concentrazioni piuttosto importanti anche a livello del sistema nervoso centrale e sulla mucosa del tratto gastrointestinale.

L'istamina svolge la propria azione legandosi a recettori specifici posti sulla membrana cellulare, con effetti diversi a seconda del sito e del tipo di recettore con cui interagisce. Attualmente, si conoscono quattro tipi di recettori per l'istamina, definiti rispettivamente H1, H2, H3 ed H4. L'istamina è una sostanza ad azione vasodilatatoria, ipotensiva e permeabilizzante, tutte caratteristiche molto importanti nei fenomeni infiammatori; il rallentamento del flusso sanguigno e l'aumentata permeabilità dei vasi in una zona appena colpita da un trauma, permette infatti il passaggio di globuli bianchi ed altre sostanze coinvolte nel confinamento e nella riparazione del danno.

Intolleranza all’istamina: cause, sintomi e cure

Queste azioni danno origine alla cosiddetta "Triplice risposta di ", che insorge quando l'istamina viene iniettata per via transdermica:. Guarda a caso, tanto per ricordare come tutto - quando si parla di fisiologia - abbia un senso logico, i mastociti sono particolarmente abbondanti nei siti più esposti a potenziali lesioni tissutali naso, bocca, piedi, superfici corporee interne, vasi sanguigni ecc. La membrana plasmatica dei mastociti e dei basofili possiede recettori per le immunoglobuline di classe E IgE , tipicamente coinvolte nelle reazioni allergiche.

Una volta che questi anticorpi sono stati attivati da una sostanza riconosciuta come estranea, si legano ai recettori di basofili e mastociti, comportandosi a loro volta come veri e propri recettori.

Da questo momento, ad ogni successivo contatto con l'antigene le IgE stimoleranno la degranulazione dei basofili e dei mastociti a cui si sono legate, con conseguente rilascio di istamina ed altre sostanze coinvolte nella reazione allergica.

A livello dell' apparato respiratorio , l'istamina provoca ancora una volta dilatazione delle venule post-capillari ed un aumento della permeabilità vasale; si associa inoltre ad una contrazione della muscolatura liscia bronchiale e stimola la secrezione mucosa.

Intolleranza all’istamina: cause, sintomi e cure

In presenza di una broncocostrizione eccessiva i calibri delle vie aeree si riducono al punto tale da impedire la normale ossigenazione del sangue, con senso di soffocamento e fame d'aria.

Questo attacco provoca una serie di reazioni all'interno dei mastociti, con il rilascio finale di molte sostanze, tra cui appunto l'istamina. L'effetto dell'istamina, che accompagna la vasodilatazione, è di alterare l'equilibrio tra la componente liquida del sangue e l'acqua contenuta nel tessuto connettivo: il risultato è un accumulo di liquidi nel tessuto connettivo che provoca edema. Gli effetti dell'istamina sono mediati nei diversi tessuti da recettori specifici.

Orticaria cronica spontanea, le cause dei sintomi

Finora si conoscono quattro tipi di recettori, denominati da H1 a H4. Sono accoppiati ad una proteina Gq e ad una G11 che agiscono tramite l'idrolisi dei fosfoinositidi di membrana intervento di una fosfolipasi C , generando diacilglicerolo DAG ed inositolo trifosfato IP3 , che mettono in moto vie trasduttive calcio-dipendenti. Il loro effetto si esplica attraverso una proteina G inibitoria Gi ; quindi si ha riduzione dell'attività dell'adenilatociclasi; i dimeri beta-gamma possono portare all'attivazione o inibizione di alcuni canali ionici.

Tramite questo meccanismo, i recettori H 3 controllano la secrezione di certi neurotrasmettitori. Anche questi recettori inibiscono l'adenilatociclasi tramite una Gi.

È stato riportato che possono anche attivare delle proteine G presenti esclusivamente nelle cellule midollari, la G15 e la G16 , tramite le quali possono agire sulla mobilizzazione del calcio dai depositi intracellulari. Per esempio l'istamina aumenta la conduttanza agli ioni cloro nel talamo attraverso i suoi recettori H2 o un canale ionico. I neuroni istaminaergici possono regolare ed essere regolati da altre vie neurochimiche.

Ad esempio, l'attivazione degli autorecettori H3 riduce il rilascio di acetilcolina , noradrenalina, serotonina e certi peptidi. A sua volta l'attivazione del recettore NMDA , dei recettori oppioidi mu, dei dopaminergici D2 e dei sottotipi recettoriali per la serotonina, possono aumentare il rilascio neuronale di istamina.

Di particolare interesse è quello del ruolo del sistema colinergico nella veglia indotta dall'istamina. La comparsa del sonno è stata tracciata nelle cellule dell'area preottica ventrale dell' ipotalamo che, quando si attiva, inibisce i neuroni tubero-mammillari attraverso delle scariche di GABA. Quindi l'istamina è un regolatore importante dei cicli sonno-veglia. È su questa base che si spiegano gli effetti collaterali di certi farmaci antiallergici sonnolenza , grazie all'antagonismo che hanno verso i recettori H1 cerebrali.

OfferteToste è una community online che aiuta giornalmente oltre Inoltre, ogni giorno OfferteToste fornisce codici sconto esclusivi da utilizzare online sui principali marketplace Amazon, Gearbest ecc. OfferteToste è presente su Facebook, Instagram, Twitter e Telegram: trovare la community è molto facile, basta digitare l'hashtag OfferteToste.

Unisciti subito alla community, è gratis. Meno tv e colazione più sostanziosa sono gli ingredienti di una ricetta salvacuore secondo due studi della Prima clinica di Cardiologia della Università nazionale capodistriana di Atene, presentati alla 68esima sessione scientifica annuale dell'American College of Cardiology.

In particolare, l'indagine, svolta su 2. Chi guardava più di 21 ore settimanali di tv, invece, aveva quasi il doppio delle probabilità di un accumulo di placca nelle arterie, oltre ad altri fattori di rischio cardiovascolare, tra cui l'ipertensione e il diabete. Ma in occasione dell'ultima Giornata mondiale del Sonno, l'Unione Italiana Food ha promosso questa pratica, in quanto migliorerebbe il riposo notturno senza far ingrassare. Dalle miopie lievi alla cecità, i problemi agli occhi riguardano gran parte degli italiani.

Istamina: cos’è, dove si trova, intolleranza

E mentre aumenta il numero di esigenze di riabilitazione visiva, calano i centri in cui effettuarla, con una distribuzione disomogenea sul territorio. Uno studio pubblicato dalla rivista Pediatrics, afferma che la qualità dell'interazione genitori-figli è più alta se la favola della buonanotte viene letta dal tradizionale libro cartaceo rispetto agli e-book reader di ultima generazione.

La ricerca, condotta dall'università del Michigan, ha coinvolto 37 coppie genitore-figlio, che dovevano leggere storie su tre differenti formati, un libro "classico", un e-book "semplice" e una versione più evoluta.

Capelli belli, puliti e lucidi, ma senza usare lo shampoo. Merito del cowash, l'ultima tendenza di beauty in arrivo dagli Stati Uniti, crasi di "conditioning only wash" ovvero lavare i capelli solo con il balsamo.

Ideale per le chiome mosse o ricce, soprattutto se si soffre di cute grassa.

Gli esperti consigliano i prodotti senza parabeni e siliconi, da applicare sui capelli bagnati massaggiando e lasciando in posa qualche minuto prima di risciacquare abbondantemente. Una malattia che richiede un monitoraggio costante, con riflessi negativi sulla qualità della vita.

Le ultime cure smart, come il sistema Eversense XL il primo sensore impiantabile sottocute per la misurazione in continuo della glicemia o la cartella clinica diabetologica digitale consentono una comunicazione più efficace tra medici e pazienti con un monitoraggio più semplice e veloce.

Ad oggi, sono circa La app più scaricata si chiama MySugr ed è in grado di offrire ai pazienti una serie di strumenti per la gestione quotidiana del diabete direttamente dal proprio smartphone. Uno studio dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa presentato in occasione del XIX Congresso Nazionale della Società Italiana di Pneumologia SIP , a Venezia, suggerisce per la prima volta che gli individui con un metabolismo della nicotina più rapido hanno un minor rischio di dipendenza rispetto ai fumatori con metabolismo più lento, nonostante le abitudini al fumo siano simili.

Dunque si ipotizza la possibilità di formulare un test sulla saliva o del sangue per "cronometrare" il metabolismo della nicotina nell'organismo e aiutare a individuare la strategia più adatta quando si vuole smettere di fumare. Hai bisogno di monitorare la pressione nelle 24h? Il monitoraggio pressorio nelle 24 ore è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa ad intervalli regolari per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio fissato in vita con una cintura.

Quando è opportuno sottoporsi ad un holter pressorio?

Il servizio è indicato per tutti i soggetti che hanno la necessità di misurare con precisione la pressione durante le diverse attività della giornata, sia nella fase di lavoro che di relax e durante la notte. Sentirsi in forma grazie a una regolare attività fisica non ha un valore esclusivamente estetico, legato per gli uomini al mandar via la pancia e per le donne ad avere una bella silhouette.

Il movimento, e ancor di più l'allenamento, sono infatti considerati dall' Organizzazione mondiale della Sanità una vera e propria terapia preventiva. L'organismo umano non è nato per l'inattività: il movimento gli è connaturato e una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare tutti gli aspetti della qualità della vita. Al contrario, la scarsa attività fisica è complice dell'insorgenza di alcuni tra i disturbi e le malattie oggi più frequenti: diabete di tipo 2, malattie cardiocircolatorie infarto miocardico, ictus, insufficienza cardiaca tumori.

Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona. Gli studi scientifici che ne confermano gli effetti benefici sono ormai innumerevoli e mettono in luce che l'attività fisica:.

Un'attività fisica più o meno intensa richiede una corretta integrazione di sali minerali, vitamine, nutrienti, prima, durante e dopo la prestazione, al fine di prepararsi alla sessione sportiva, reintegrare le sostanze perse con la sudorazione, recuperare l'energia impiegata nello sforzo fisico e massimizzare le performance.

Si suole distinguere fra integratori per lo sport di resistenza e integratori per lo sport di potenza; esistono poi articoli per la prevenzione, protezione e cura degli infortuni. A completare l'assortimento: misuratori delle performance.

Per saperne di più sulle nostre offerte scarica il flyer informativo. Unisciti a noi e iscriviti alla nostra associazione sportiva! Vieni a conoscerci visitando il nostro sito www. Insalata di zucchine, straccetti di pollo, bollito misto al wasabi, pasta di farro alla mentuccia? Non sono solo succulenti ricette ma vere e proprie panacee contro l'invecchiamento della pelle. Lo afferma la riedizione del libro ''A tavola non si invecchia'' edito da Giunti e a firma di Pucci Romano e Gabriella Fabbrocini in collaborazione con Lorella Cuccarini.

Sempre piu' donne, soprattutto le giovanissime, ricorrono ad ''aiutini'' per cercare di vincere o comunque di ritardare la corsa contro il tempo della loro pelle. Del resto il settore dell'estetica medica e chirurgica non conosce crisi neppure Sono in vertiginoso aumento le donne europee che, oltre a creme supercostose, si concedono trattamenti estetici, lifting, filler.

Ma e' proprio necessario ricorrere a questi trattamenti artificiali per mantenere la pelle elastica e luminosa quando in realta' basterebbe seguire alcuni accorgimenti di carattere alimentare? Infatti, si sa, siamo quello che mangiamo ed e' importante dunque, soprattutto nel periodo estivo, iniziare a prediligere gli alimenti che oltre ad aiutarci a mantenerci in forma servono a conservare una pelle giovane e soprattutto sana.

Esporci al sole incondizionatamente provoca alla nostra pelle uno stress eccessivo e un invecchiamento precoce secondo quanto dichiara Gabriella Fabbrocini, Docente di dermatologia e venereologia presso l'Universita' di Napoli Federico II: ''L'invecchiamento solare provoca elastosi solare, ossia uno sconvolgimento delle fibre elastiche, collagene e reticolari con conseguente perdita di tono e accentuazione delle terribili rughe''.

Ma, spiega la dermatologa, ''l'invecchiamento della pelle e' imputabile ai radicali liberi, che colpiscono le strutture piu' interne delle cellule danneggiandole e procurando uno stress, cioe' una rottura dell'equilibro all'interno di esse e questo comporta il rilassamento e la formazione delle rughe''. Tutte sostanze - evidenzia l'esperta - che ci permettono di mantenere una perfetta funzionalita' cellulare per proteggere dalle reazioni di ossidazione a catena innescate dai radicali liberi.